La La Land potrebbe battere il record di Oscar vinti da un film

di AnnaMaria Commenta

La La Land, film musicale Emma Stone e Ryan Gosling, potrebbe battere tutti i record e c’è chi è pronto a scommettere che sarà così. Il film, che ha avuto anche un notevole successo nelle sale, ha avuto ben 14 nomination agli Oscar, eguagliando così film del calibro di “Eva contro Eva” e “Titanic” e, per i bookmaker, si candida a sbancare la serata della premiazione, in programma domenica 26 febbraio a Los Angeles.

Per battere il record, La La Land dovrebbe superare l’ancora imbattuto record di 11 statuette vinte che attualmente spetta a “Titanic”, “Ben-Hur” e “Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re”. Per i bookmaker la scommessa sul superamento del record vale 11 volte la scommessa, mentre se il record viene eguagliato si scende a 4.

Il musical ha 14 candidature tra cui le fondamentali, e cioè Miglior Film, Miglior regia a Damien Chazelle, Miglior attore protagonista a Ryan Gosling, Miglior Attrice protagonista a Emma Stone ma ci sono anche altre nomination cosiddette minori per categorie come fotografia, scenografia, sceneggiatura originale, costumi, montaggio, sonoro, montaggio sonoro, colonna sonora originale e due nomination per la Miglior Canzone per “Audition” e “City of stars”.

> FUOCOAMMARE DI GIANFRANCO ROSI E’ CANDIDATO ALL’OSCAR

Ma in Italia l’attesa è tutta per Fuocoammare, la pellicola di Gianfranco Rosi che si trova nella cinquina per il premio al Miglior Documentario. Ma ci sono anche altri italiani che puntano all’Oscar, come i truccatori Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregoriani, che sono stati nominati per il make up di “Suicide Squad” – interpretato da Jared Leto, Margot Robbie e Cara Delevingne – e che per vincere dovranno battere la concorrenza della squadra di truccatori di “Star trek Beyond” e di “A man called love”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>