Robert Pattinson: dopo Twilight il “vampiro” soffre la solitudine

di Francesca Commenta

Chissà dove sarà finita Kristen Stewart, l’altra protagonista della serie Twilight che da mesi avrebbe intrecciato una relazione d’amore con il vampiro più amato di tutti i tempi e non solo per esigenze di copione. Oggi, invece, Rober Pattinson antidivo per eccellenza e attore inglese piuttosto schivo e timido, confessa che quando è lontano dalle luci e dal clamore del set, soffre la solitudine. A breve potremo vedere al cinema la prima parte dell’ultimo capitolo della storia scritta da Stephenye Meyer sull’amore impossibile tra una umana e “un freddo”, ma mentre dovrebbe continuare a raccogliere consensi per uno dei successi cinematografici più amati dagli adolescenti negli ultimi anni, preferisce rinchiudersi in una stanza d’albergo.

Bello e dannato davanti alle telecamere, sembra provenire quasi da un pianeta a parte anche quando il sipario cala su di lui ed, infatti, ha riferito alla rivista “Max” che l’estrema notorietà acquisita nell’ultima manciata di mesi, gli ha fatto perdere tutti gli amici di un tempo, annoiati dall’impossibilità di trascorrere una serata normale in compagnia di Robert. Per questo la sua unica compagnia rischia di essere una bottiglia con la quale ubriacarsi e un cane che ha adottato lo scorso anno, poco prima che venisse abbattuto.Un sogno nel cassetto, però, gli rimane per il futuro: fare carriera in politica.

Ecco come vede la sua vita da quando il cinema lo ha trasformato in una star sforna soldi: la più isolata del mondo. A tal proposito conferma: “Ormai non mi chiama più nessuno.Quando non lavoro compongo a caso i numeri dell’agenda e se nessuno vuole uscire con me ne rimango da solo in hotel e mi ubriaco. E’ terribile.Non ho più una vita non posso entrare in un bar per bermi una birra che nel giro di dieci minuti al massimo compaiono gruppi di sedicenni pronte a saltarmi addosso supplicandomi di mordere loro il collo. L’unico modo che ho per riuscire a fare una passeggiata in pace è imparare a combattere. L’altro è comprare una pistola”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>