Ralph Spaccatutto, un successo inatteso

di Francesca Commenta

 

Ha sbancato ai botteghini Usa “Ralph Spaccatutto”, sbaragliando subito i concorrenti. Il cartoon ha guadagnato il primo posto e un incasso ragguardevole di  49,1 milioni di dollari nel suo primo weekend nelle sale. Sin da subito ha conquistato un primato che non sarà facile battere. E’ tutt’oggi il film d’animazione Disney campione di incassi di tutti i tempi nel giorno della sua uscita. Dopo di Ralph Spaccatutto solo “Rapunzel -L’intreccio della torre” e i grandi classici come “Il re leone”.

Chi è Ralph? E’ il “cattivo” di un videogioco che cerca di riscattarsi. La sua idea è quella di diventare un eroe. Di sicuro è riuscito almeno a vincere in quanto a guadagni, fermando anche il secondo film in classifica che è “Flight” di Denzel Washington, uscito negli Usa questo weekend. E’diretto da Rich Moore, l’acclamato regista di episodi di serie tv cult come “I Simpsons” e “Futurama” . In Italia, tuttavia, arriverà fra un pò, solo il prossimo 20 dicembre e sarà distribuito da The Walt Disney Company Italia.

Il neonato film di casa Disney, ha convinto pure la critica americana che l’ha definito: “straordinario cartone concepito in modo brillante e realizzato in modo splendido, che evoca sentimenti nostalgici attraverso emozioni genuine“. Dai videogiochi al grande schermo il passo è stato breve ed ha raccolto commenti entusiastici pure da parte dell’Hollywood Reporter. Ralph distrugge tutti gli edifici nel videogioco dove interpreta la parte del duro, mentre Felix Aggiustatutto che gli da il titolo, si occupa sempre di aggiustare la situazione. La novità è che dopo trenta anni di onorata carriera da cattivo è un poco stanco e vuole cambiare vita. Attraverso i cavi di alimentazione, quindi, fugge dal suo videogioco e arriva da Hero’s Duty. Da qui inizieranno una serie di nuove avventure. Perdersele sarebbe un peccato, per cui attendiamo con ansia che arrivi anche da noi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>