Fabrizio Corona si è costituito, il fotografo attore dietro le sbarre

di isayblog4 Commenta

 

Sembrano lontani i tempi in cui Fabrizio Corona era ricercatissimo. Terminata la sua carriera di paparazzo d’assalto, era diventato anche un discreto attore e comunque era il più imitato dai comici di tutta Italia. Intorno a lui soldi e belle donne: la vita che tutti vorrebbero non gli mancava, ma era tutto frutto di illeciti di vario tipo. Nonostante resti un mito ancora oggi per tanti giovani affascinati dal suo cattivo esempio, arriva il momento della resa dei conti anche per lui. Dopo l’estorsione al calciatore Trezeguet e la condanna a cinque anni di carcere, era latitante da venerdì ma la sua fuga è finita da qualche ora. L’ex agente dei fotografi dei vip, si sarebbe costituito a Lisbona perché braccato dalla polizia.

A Milano si era sottratto ad un provvedimento di arresto ed era misteriosamente sparito, ma non era servito a molto scappare fuori dall’Italia, visto che pendeva su di lui un mandato d’arresto internazionale. L’ultima volta era stato visto mentre entrava in palestra, poi più nulla. Le Forze dell’Ordine del Belpaese, hanno fatto sapere che investigatori della Squadra Mobile erano in Portogallo da giorni e alla fine ha dovuto arrendersi.

In effetti, non sembra che sia stata una volontà quella di farsi arrestare, anche perché adesso avrà anche le aggravanti della latitanza. L’ex fotografo, infatti, è stato fermato in una stazione della metropolitana della capitale portoghese, dove era da solo. Sulle tracce di Corona c’erano da ore non solo  gli uomini della polizia di Milano ma anche quelli dell’Interpol. Al fermo ha partecipato anche la polizia portoghese. Una operazione conclusa al meglio e che porta definitivamente dietro le sbarre un uomo che è diventato molto famoso negli ultimi anni per le sue “bravate” e che ora dovrà pagarle tutte. Cambierà in qualche modo Corona? Diventerà una persona diversa? Difficile dirlo, ma queste per lui sono davvero ore tremende, forse le peggiori della sua vita. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>