Alessandra Mastronardi: l’attrice è come Giulietta

di isayblog4 Commenta

Crede all’amore, quello vero e non solo quello che vive nelle fiction Alessandra Mastronardi e per questo motivo, intervistata dall’Ansa, rivela che vorrebbe vivere una storia struggente come quella di Giulietta. Trova, dunque, che questo sia il personaggio più simile a lei come carattere e aspirazione. Del resto, non ha dubbi: la vera passione di coppia è così, difficile da vivere e intensa.

Come attrice è conosciuta come la fidanzata più popolare di tutti i tempi nella miniserie in due puntate “Romeo e Giulietta” e più che per il grande schermo, resta comunque una diva della tv, ma al momento le va bene anche così. E’ giovane ed ha tanto tempo davanti. Il set è stato allestito a Castel Valer a Tassullo, nei pressi di Trento, dove hanno appena girato la scena del ballo.

La stessa sulla sua parte ha detto:

E’ stata la prima e ultima occasione  per recitare nel ruolo di Giulietta, per il quale o si è troppo giovani o troppo vecchi. Non è stato facile liberarmi degli stereotipi, ma dopo un mese di riflessione sono entrata nella parte. Non credo di essere arrivata a una svolta nella mia carriera d’attrice, ma continuo a imparare. Ringrazio, essendo autodidatta, i miei maestri sul set, tra cui Elena Sofia Ricci, che in cinque anni della serie ‘I Cesaroni’ mi ha dato tantissimo. 

Una  miniserie che porta sul piccolo schermo la tragedia dei giovanissimi figli, Romeo e Giulietta, di due famiglie rivali di Verona, i Capuleti e i Montecchi. Un amore che, purtroppo, fa rima con morte. E’ il legame probabilmente più forte e famoso di tutti i tempi, che non passa mai di moda. Per lei essere in primo piano nella storia è stato emozionante ed importante a livello di carriera e appare molto soddisfatta del risultato, costatole certamente molto impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>