Oscar 2019, qualche anticipazione sui favoriti

di isayblog4 Commenta

 Agli Oscar 2019 mancano ancora diverse settimana, visto e considerato che la cerimonia di premiazione si terrà solamente il 24 febbraio 2019, mentre le candidature saranno annunciate il 22 gennaio 2019. Niente ci vieta però di poter anticipare alcune notizie, andando a puntare su quelli che ci sembrano essere i grandi favoriti.

Cominciamo con Roma, di Alfonso Cuaron, Leone d’oro 2018. Il nome di Cuaron non è noto all’Academy, considerato che ha collezionato nomination e vinto due oscar tecnici per Gravity. Dopo Inarritu e del Toro, potrebbe ancora essere un Oscar messicano sia per il miglior film che per la regia.

Per quanto concerne la migliore attrice protagonista, continuano a crescere i consensi per Lady Gaga, la pop star che alla sua prima prova d’attrice sembra aver fatto centro: in A star is born, che segna anche il debutto alla regia di Bradley Cooper, è effettivamente notevole. Probabilmente, tra le contendenti più accreditate ci sarà però Thomasin McKenzie, protagonista di Senza lasciare traccia, di Debra Granik, che peraltro potrebbe essere candidato come miglior film. Altra contendente sarà Viola Davis, in Widows – Eredità criminale, di Steve Mc Queen, già vincitore dell’oscar al miglior film con 12 anni schiavo. Con questo thriller femminile difficilmente otterrà un nuovo successo, ma forse potrebbe permettere alla sua attrice di staccare il biglietto per la statuetta. Infine, meglio puntare anche sull’inossidabile Nicole Kidman, che è attrice protagonista di Destroyer, di Karyn Kusama: un crime drammatico che ha poche possibilità di aggiudicarsi altri premi ma… Kidman è sempre Kidman, e potrebbe salire sul palco in maniera parzialmente inattesa.

Passando invece all’attore protagonista, la rosa potrebbe essere ristretta a pochi nomi sostanziali. Uno di questi è Timothée Chalamet, protagonista maschile di Beautiful Boy, di Felix Van Groeningen, in cui ricopre il ruolo di un dipendente da metanfitamine, con una tormentata relazione con il padre, interpretato da Steve Carell. Sempre in tema di miglior attore protagonista, inutile non porre un breve cenno a Ryan Gosling, che in First man, di Damien Chazelle, interpreta il ruolo di Neil Armstrong, primo uomo sulla Luna. Quella tra Chazelle e Gosling è una relazione duratura (sono stati insieme anche nel musical di successo La La Land, un film “da recuperare” – se non lo avete già visto, così come gli altri film con Gosling che potete trovare nella pagina dei film in streaming su Chili).

Tra gli altri possibili protagonisti degli Oscar 2019 anche La ballata di Buster Scruggs, di Joel e Ethan Coen, un western antologico sulla frontiera americana che ha già vinto numerosi premi. In questo caso, si punta tutto sulla sceneggiatura. Occhi aperti poi su La favorita, di Yorgos Lanthimos, black comedy greca che potrebbe giocarsi qualche possibilità su film, regia, sceneggiatura, attrice protagonista a Olivia Colman, attrice non protagonista a Rachel Weisz.

E voi che ne pensate? Avete visto qualcuno di questi film e vi sentite particolarmente fiduciosi su uno o più dei candidati che sopra abbiamo avuto modo di riassumere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>