E’ “Corpo celeste” il primo titolo italiano certo per il Festival di Cannes. Lo annuncia all’ANSA il delegato generale della Quinzaine des realisateurs Frederic Boyer, impegnato nella selezione per Cannes 2011 i cui titoli saranno annunciati a Parigi il 14 aprile.

Distribuito da Cinecittà Luce, è l’esordio di Alice Rohrwacher, sorella dell’attrice Alba, ed è ambientato a Reggio Calabria e a Roghudi, borgo abbandonato dell’Aspromonte. E’ la storia di una crescita: Marta (Yle Vianello) ha 13 anni, è appena tornata a vivere con sua madre (Anita Caprioli) a Reggio Calabria dalla Germania, dove è cresciuta. Incontrerà un mondo sconosciuto diviso tra ansia di consumismo “moderno” e resti arcaici.

La partecipazione del film alla Quinzaine ci riempie di orgoglio – afferma l’AD di Cinecittà Luce Luciano Sovena – a conferma della valenza della nostra opera a favore dei giovani autori. Mi piace ricordare che il film è nato e cresciuto in Cinecittà Luce, grazie anche a un bravissimo produttore indipendento come Carlo Cresto-Dina. Cinecittà Luce si affiancherà ancora ad altri produttori indipendenti capaci di valutare le opere prime di oggi con il potenziale per generare i grandi registi di domani“.

Fonte: Cinecittà News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>