I 10 migliori film dai recenti festival del cinema

di Pina Commenta

Un team di rinomati critici ha stilato per The Hollywood Reporter, una lista di dieci film che di certo, secondo la loro opinione, vale la pena di andare a vedere al cinema. Si tratta di film presentati ai recenti Festival del cinema e parliamo di Venezia, Telluride e Toronto (quest’ultimo si avvia alla conclusione).

Birdman (Venezia, Telluride)

Una sorta di commedia dai toni cupi, quella che Alejandro Gonzales Inarritu ha messo su, raccontando di una ex stella del cinema che vestiva i panni del supereroe e che fa di tutto per ritornare sulla cresta dell’onda. Uno degli esempi più calzanti di cinematografia fluida e accattivante, con un Michael Keaton in grande forma.

The Dead Lands (Toronto)

Il film di Toa Fraser, un sontuoso action movie ambientato nel mondo Maori della Nuova Zelanda precoloniale, racconta la ricerca di riscatto di un ragazzo che ha visto morire suo padre e la sua tribù per mano di invasori selvaggi.

Eden (Toronto)

Uno dei film di Mia Hansen-Love meglio riusciti nella sua giovane carriera. Il ritratto sensibile, spiazzante delle notti pulsanti, dei giorni confusi e degli amori di un dj parigino.

The Equalizer (Toronto)

Adattamento cinematografico della serie TV degli anni ’80 “Un giustiziere a New York” di Antoine Fuqua , e considerato uno dei film più emozionanti, violenti e di classe, nel suo genere, degli ultimi tempi. Con uno strepitoso e carismatico Denzel Washington.

Good Kill (Venezia, Toronto)

Il dramma psicologico messo su da Andrew Niccol, che racconta di un pilota di droni (un ottimo Ethan Hawke), che dà la caccia ai talebani. L’interazione tra tecnologia ed emozioni è scandagliata con una sapienza davvero incredibile.

Love & Mercy (Toronto)

Bill Pohlad fa un ritratto insolito e profondamente appagante di Brian Wilson, fondatore dei Beach Boys, con Paul Dano e John Cusack rispettivamente nei panni della versione giovane e poi adulta del protagonista.

Phoenix (Toronto)

Dopo “Barbara” del 2012, il regista tedesco Christian Petzold, mette in scena un altro ruolo ricco di sfumature, pregevole ed emozionante per l’attrice Nina Hoss, che veste i panni di una sopravvissuta al campo di concentramento, e che torna a Berlino per ritrovare suo marito scomparso.

Seymour: An Introduction (Telluride, Toronto)

Il primo documentario di Ethan Hawke, un ritratto amorevole del talento del pianista Seymour Bernstein. Considerato una vera sorpresa, il documentario è molto ben girato, curato nei dettagli e dall’elegante fotografia.

Top Five (Toronto)

La terza esperienza dietro la macchina da presa di Chris Rock, una satira esilarante, incisiva ed autobiografica della celebrità, con una storia d’amore ambientata nella splendida e indaffarata New York. C’è anche un’inedita Rosario Dawson, molto divertente.

Wild (Telluride, Toronto)

Straziante e struggente ma nello stesso tempo cucito con umorismo, l’adattamento di Jean-Marc Vallèe del best-seller di Strayed Cheryl  ha fatto davvero centro. Una superba Reese Witherspoon veste i panni dell’ex tossicodipendente che intraprende un percorso di 1.100 miglia nell’America selvaggia, e Laura Dern è la sua incredibile madre.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>