Cannes 2015: Palma d’Oro a Dheepan, fuori gli italiani

di Pina Commenta

Jacques Audiard vince l’ambita Palma d’Oro in questa 68esima edizione del Festival del Cinema di Cannes, con un film che racconta di immigrati dello Sri Lanka a Parigi. Il film in questione s’intitola “Dheepan” e arriva alla vittoria un po’ inaspettatamente.

“Son of Saul”, film favorito alla vittoria finale, vince invece il Grand Prix Speciale della Giuria. Comunque un bel risultato per l’ungherese László Nemes e il suo dramma sull’Olocausto.

Il taiwanese Hou Hsiao-Hsien vince il Premio per la Regia con il film “The Assassin”, ambientato nella Cina del IX secolo.

Per quanto riguarda il premio alla Miglior Attrice, c’è stato un ex aequo, per cui portano a casa il premio Rooney Mara per il film “Carol”, storia d’amore lesbico di Todd Haynes e Emmanuelle Bercot per il film “Mon roi”, coinvolta in una relazione emotivamente distruttiva, di Maiwenn.

Un visibilmente commosso Vincent Lindon ha invece vinto il premio come Miglior Attore per il film “La Loi Du Marché”, dove interpreta un uomo comune in lotta con i problemi di tutti i giorni tra cui la disoccupazione e il dover fare i conti con la propria dignità.

Il Premio della giuria è andato al regista greco Yorgos Lanthimos per “The Lobster”, che potremmo definire uno sci-fi d’amore surreale, con Colin Farrell e Rachel Weisz.

Il regista e sceneggiatore messicano Michel Franco ha vinto il Premio per la Sceneggiatura di “Chronic”, che racconta di un infermiere, Tim Roth, alle prese con pazienti al loro ultimo stadio.

Fuori dal Palmares i film degli italiani Sorrentino, Garrone e Moretti. Quest’ultimo si è aggiudicato il Premio Ecumenico della Giuria.

Ecco di seguito tutti i vincitori del Festival di Cannes Cannes 2015:

  • Palma d’Oro al Miglior Film: Dheepan di Jacques Audiard
  • Grand Prix Speciale della Giuria: Son of Saul di László Nemes
  • Prix d’interprétation féminine: Rooney Mara per Carol e Emmanuelle Bercot per Mon roi (ex aequo)
  • Prix d’interprétation masculine: Vincent Lindon per La Loi Du Marché
  • Prix de la Mise en Scène : Hou Hsiao-Hsien per The Assassin
  • Prix du Scénario: Michel Franco per Chronic
  • Premio della giuria: The Lobster di Yorgos Lanthimos
  • Camera d’Or: La Tierra y la Sombra di César Acevedo
  • Palma d’Oro al Miglior Cortometraggio: Waves 98 di Ely Dagher

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>