Estate? Bene, tutti al mare. Ancora non potete? No problem, una soluzione c’è.
Basta sintonizzarsi sulla frequenza giusta. Quella di due autori/fratelli che hanno fatto (e che stanno facendo) la storia della nostra mitica commedia all’italiana.
E quella di Medusa che invece di chiudere baracca e burattini come le altre case di distribuzione cinematografica, ha deciso di scommettere. Su cosa? Semplice, sugli italiani e sul buon cinema. E sull’idea che il mese di luglio non significa necessariamente saracinesche abbassate e cinema chiusi. Anzi. Quale mese migliore per godersi il fresco della sala e la rilassatezza delle vacanze finalmente vicine? Nessuno, chiaro come il sole.

Ebbene, stiamo per parlare di una piccola, grande rivoluzione, di una scommessa coraggiosa e lungimirante che sta per cambiare le sorti del nostro cinema estivo.

Partiamo dal titolo: “Un’estate al mare”. E veniamo al sodo: Lino Banfi, Massimo Ceccherini, Biagio Izzo, Ezio Greggio, Enzo Salvi, Enrico Brignano e Gigi Proietti.
No, non stiamo parlando di quattro film diversi, ma di uno solo. Che è come dire il gotha della comicità italiana attuale racchiusa in un unico film. Roba più unica che rara. Anzi, un vero evento. Un cast di questo tipo non si vede nemmeno nei cinepanettoni invernali. E infatti stiamo parlando di qualcosa di completamente diverso. Di un film ad episodi, certo, ma anche di un revival pungente e divertentissimo di toni e tormentoni della nostra gloriosa commedia tricolore.
Un film che i fratelli Vanzina hanno voluto dedicare al rimpianto Dino Risi.
Un ‘cine-ombrellone’, come ha ricordato Enrico Vanzina, omaggiando dichiaratamente proprio “L’ombrellone” dello stesso Risi e facendo sua la volontà di continuare a raccontare l’Italia di oggi. I suoi vizi, le sue virtù, i suoi italiani.

“Un’estate al mare” profuma lontano un miglio di golosissimo antipasto delle vostre vacanze. In primis per le straordinarie carrellate sui luoghi da brivido che fanno da sfondo agli episodi (si va dal Gargano, a Ischia, passando per Forte dei Marmi e arrivando al Circeo) e poi per l’aria frizzante emanata da ogni inquadratura.
Un vero happening della risata, un luogo d’incontro dove troverete un Banfi in forma smagliante, un Greggio finalmente tornato sul grande schermo dopo una lunga assenza, un Ceccherini devastante, un Biagio Izzo in vesti assolutamente insolite e un Proietti come forse non l’avete mai visto.

E le attrici? Bellezza e bravura garantite.
Basti ricordare Nancy Brilli, Victoria Silvestedt, Alena Seredova, Anna Falchi e Marisa Jara, new entry d’extra lusso qui alla sua prima apparizione sul grande schermo.

L’estate cinematografica 2008 ha finalmente la sua parola d’ordine: risate a non finire. E cinema aperti, dove vi aspettano i vostri comici preferiti.
Non fateli aspettare, l’appuntamento è in sala!
Distribuisce Medusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>