Museo Nazionale del Cinema: programma didattico per l’anno 2009 2010

di Blogger Commenta

Martedì 29 settembre 2009 alle ore 17.00 il Museo Nazionale del Cinema ha presentato la nuova “Guida ai Servizi Educativi per le scuole” che illustra le iniziative per l’anno scolastico 2009-2010.
Forte di un consolidato rapporto con l’universo scolastico, il Museo Nazionale del Cinema riconferma anche quest’anno il proprio impegno nello sviluppo dell’offerta didattica dedicata al mondo della scuola. Impegno che si traduce in un programma ricco di novità: nuove iniziative rivolte alle classi in visita, progetti speciali, proiezioni al Cinema Massimo, collaborazioni con i festival cittadini e con altri Musei e Istituzioni culturali del territorio.
Nell’anno scolastico 2008-2009 sono state ben 3.300 le classi in visita, per un totale di oltre 66.000 studenti che hanno scelto come meta culturale il Museo Nazionale del Cinema e hanno poi frequentato i suoi laboratori didattici. Un dato ragguardevole, con un trend in crescita confermato dai 450.000 studenti che hanno visitato il museo dal 2000 ad oggi. Una così grande affluenza trova corrispondenza in una moltitudine diversificata di offerte studiate ad hoc per rispondere alle esigenze di studenti e docenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Per valorizzare l’esperienza di visita al Museo, vengono proposte visite guidata tematiche a una delle sezioni museali (L’Archeologia del Cinema; L’Archeologia del Cinema: l’ottica; La Macchina del Cinema; L’Aula del Tempio; La Galleria dei Manifesti; La Mole Antonelliana). Sono inoltre previste visite di pre-conoscenza gratuite per i docenti interessati ad avere informazioni sui percorsi e a concordare i contenuti della visita.
Grazie alla collaborazione con il Centro di Produzione RAI di Torino continuano i laboratori abbinati alle visite guidate al Museo che quest’anno si arricchiscono di nuovi contenuti.
I laboratori a scuola, che il Museo Nazionale del Cinema propone alle classi dopo la visita, permettono agli studenti di comprendere non solo che cosa è un film ma anche come lo si realizza, svelandone i meccanismi tecnologici e linguistici.
Continuano inoltre le collaborazioni con altre istituzioni, quali il Museo Regionale di Scienze Naturali, il Teatro Regio, la Fondazione Accorsi, Infini.To – Parco Astronomico di Pino Torinese, Strade del Cinema, così come le sinergie con i festival cinematografici cittadini.
Dopo il successo dello scorso anno, il Museo Nazionale del Cinema ripropone con un percorso aggiornato il progetto speciale Racconti di lanterna magica, nel quale i ragazzi potranno raccontare ciò che più li ha colpiti del Museo attraverso immagini e parole che si trasformeranno in uno spettacolo di lanterna magica.

La collaborazione con la Centrale del Latte di Torino ha portato alla creazione di due interessanti laboratori, Latte Vision e Non è uno spot per lattanti, che legano in modo divertente e creativo le collezioni del Museo ai prodotti della Centrale del Latte.
La nuova Bibliomediateca sarà la sede di laboratori per le scuole dedicati alla ricerca sulle fonti, volti a fornire ai ragazzi un metodo per imparare a creare reti di riferimenti bibliografici, filmografici e iconografici utili per la preparazione metodologica delle tesine dell’esame di Maturità.
Nasce anche un nuovo strumento per rendere ancora più ricco ed esaustivo il rapporto con il mondo della scuola:
la prossima apertura di “Educ.a”, il sito dei servizi educativi inserito nel nuovo web del Museo, che offrirà ai visitatori contenuti interattivi, l’accesso ai cataloghi on-line delle collezioni, informazioni tempestive su eventi, manifestazioni, iniziative culturali del Museo.
Il nuovo sito del Museo Nazionale del Cinema, completamente rinnovato e ricco di contenuti innovativi, sarà on line a partire dai primi di ottobre www.museocinema.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>