Ficarra e Picone: nel nuovo film anche Ambra

di Francesca Commenta

Tra tutte le protagoniste che potevano scegliere Ficarra e Picone per il loro nuovo film “Anche se è amore non si vede“, al cinema dal 25 novembre, ad Ambra Angiolini non avevamo proprio pensato. Il motivo è che di solito l’occhio esperto dei due artisti si sofferma soprattutto sulle bellezze siciliane puntando sulla loro terra di origine. Tuttavia questa volta le cose sembrano essere cambiate e loro interpreteranno la parte di due guide turistiche torinesi in viaggio su un bus alla scoperta della città. Non mancheranno ovviamente le situazioni al limite del comico e insieme a loro nelle vicende entreranno oltre alla stessa Ambra pure Diane Fleri e Sascha Zacharias.

Salvo Ficarra, prova a scherzare su sulla scelta e conferma sulla rivista A in merito ad Ambra:  “Non so quale cifra le abbiano potuto offrire e, sinceramente, non so neppure perché abbia accettato. Ambra ha fatto la fidanzata di Picone, un ruolo molto più che difficile per chiunque Rendiamoci conto: essere la fidanzata di Picone, anche solo nella finzione, dev’essere un’esperienza da non augurare a nessuno. Ai casting per il film tante attrici si erano proposte per gli altri ruoli, ma nessuna voleva fare la fidanzata di Picone. (…) Miracolosamente si è proposta Ambra (…) Non voglio malignare ma evidentemente aveva un bisogno disperato di lavorare. Parlo per esperienza personale”.

Nel corso della presentazione si sono soffermati di più sulla città, Torino: “E’ una città bellissima, europea. Ha solo un problema: i banconi dei bar, sono troppo intasati di cose, a volte per prendere il caffè faccio la coda da solo! Pare strano che due siciliani come noi facciano le guide turistiche a Torino? Non ci sembra, parlando con le guide vere abbiamo faticato a trovare dei torinesi” . Questa per loro è la prima volta fuori dalla Sicilia per un film, anche se proprio qui avevano già girato “Femmine contro maschi” di Fausto Brizzi. Per gli esterni hanno scelto il centro storico, piazza Castello, la Gran Madre di Dio, il Parco del Valentino, il Po e poi, pochi chilometri fuori città, l’imponente Castello di Rivoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>