Boldi e De Sica di nuovo insieme al cinema?

di Francesca Commenta

L’idea c’è, ma se si tratti di una mossa pubblicitaria in un momento in cui i cinepanettoni sembrano non vivere una stagione felice o di un reale avvicinamento tra colleghi ed ex amici per la pelle, non è dato saperlo. Di sicuro le voci che si rincorrono vorrebbero Massimo Boldi e Christian De Sica di nuovo insieme ed è “Tv Sorrisi e Canzoni“a rivelarlo. Un incontro dettato dai guadagni che diminuiscono o dalla voglia di tornare a far ridere insieme e, soprattutto, i fan gradiranno come una volta? E’ probabile invece che l’era delle commedie di Natale all’Italiana abbiano fatto il loro tempo.

Sull’argomento è intervenuto lo stesso Massimo Boldi il quale ha detto: “In queste settimane sto ricevendo su Twitter migliaia di messaggi di fan che vogliono che Christian e io torniamo a lavorare assieme. Inviti accorati di spettatori ai quali mi sento di dare ragione”. Perchè è avvenuta la rottura, ormai ben sei anni fa? Dopo “Natale a Miami”, pellicola che li vedeva comunque separati nelle scene è iniziata la crisi, perchè entrambi pensavano che l’altro togliesse spazio alla propria manifestazione artistica. Adesso però è arrivala la crisi di “Vacanze di Natale a Cortina” e le cose potrebbero cambiare ancora.

Il comico ha riferito anche: “L’ho visto e mi è parso un buon prodotto. Se non è andato bene, non mi fa certo piacere ma credo sia ora di ragionare, se ci sono i presupposti, su un ritorno insieme mio e di Christian. Ma non per soccorrerci vicendevolmente, anche perché da solo faccio ancora i miei incassi. Tutto deve partire da una buona idea e dal presupposto che l’idea migliore, commercialmente parlando, è rimetterci insieme. Fui io a chiudere con lui: rimasto vedovo, ebbi un problema esistenziale molto forte”. De Sica dal canto suo non nega questa possibilità: “Tornare a lavorare con Massimo? Il punto è che ci sono contratti da onorare: il mio con Filmauro, il suo con Medusa, e non sono cose così semplici e veloci da risolvere. In ogni caso, se si risolvessero questi problemi, perché no? Oggi potremmo fare ‘I ragazzi irresistibili’. Certo, Massimo ha fatto una discreta cavolata ad andarsene…”. Lo stesso attore parla dei problemi di quest’anno con il cinepanettone: “‘Vacanze di Natale a Cortina’ e’ stato attaccato in modo secondo me strumentale. Ho letto giornali che parlano di crisi, di fine di un genere, di un modello berlusconiano di cinema. Ma quando mai? I Cinepanettoni sono sempre stati tutt’altro. Vedo dell’astio in questi attacchi. Come se tanta gente non aspettasse altro che i nostri incassi calassero. Questi film oltretutto sono una risorsa italiana, danno lavoro a tanta gente. Non facciamoci del male così, distruggendoli a ogni costo ed esultando perché vince ‘Sherlock Holmes’. Un film che in Italia non dà pane a nessuno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>