Claudia Gerini: regina del burlesque in “Com’è bello far l’amore”

di Francesca Commenta

Ha scoperto di avere una grande passione per il burlesque Claudia Gerini e questo grazie al suo nuovo impegno al cinema. Si perchè nel nuovo film di Fausto Brizzi “Com’è bello far l’amore“, si esibirà in un numero abbastanza hot e si è trovata completamente a suo agio in merito allo spogliarello. Lo ha confessato al giornale “Gente”, raccontando come riuscirà a mostrare un fisico invidiabile rimanendo in perizoma e con soli due pon pon a coprirle il seno. L’occasione è perfetta per parlare della sua vita primava e di come in realtà ama sempre essere sensuale e non far vincere la noia in un rapporto. Giura di adorare un intimo trasgressivo e di riservare in camera da letto striptease bollenti.

Nel film vestirà i panni di Giulia,una moglie insoddisfatta che cerca di fare di tutto per rendere più viva la vita sessuale con il marito Andrea. Quest’ultimo è Fabio de Luigi. L’attrice si dice entusiasta dell’esperienza che, ammette, non conosceva affatto ed infatti ha commentato: “Non avevo mai provato il burlesque ma mi sono lanciata, grazie all’amore dello spettacolo. Fino a rimanere con il perizoma e due piccoli pon pon a coprire i capezzoli”.

Questo non vuol dire però che non abbia nel privato le sue armi segrete da sfoderare per lasciare il cantautore e musicista Federico Zampaglione senza fiato a casa: “In una coppia è importante che la donna si diverta a condire il sesso con un po’ di pepe. Non è necessario essere perfette per essere sexy: a volte basta togliersi le ciabatte, il pigiamone e comprare un baby-doll adatto per l’occasione”. Con i consigli di questa artista che è anche mamma, chissà, magari in molte tenteranno un nuovo approccio per attirare l’attenzione del compagno ed intanto aspettiamo di vederla nel nuovo film di Brizzi in questa nuova veste di sicuro molto sensuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>