Meryl Streep, la carriera e il suo ruolo in Iron Lady

di Francesca Commenta

Si parla da lei da giorni, ancora più del solito, perchè resta tra le assolute favorite per la corsa all’Oscar il ruolo del premier britannico Margaret Thatcher. Meryl Streep è ancora protagonista assoluta e incontrastata di giornali e commenti per essere stata la protagonista di “Iron Lady“. Intanto recentemente è stata  premiata a Berlino con il prestigioso Orso d’oro alla carriera. Insomma, è uno di quei talenti immensi che vincono tutto, anche se l’attrice non ha mai perso la sua semplicità e anzi ammette di non essere mai del tutto tranquilla di fronte ad eventi tanto importanti. Un successo dietro l’altro insomma che però non le ha portato via le insicurezze e ogni nuovo film le fa affiorare tutte.

Ecco infatti che cosa ha riferito la stessa Streep: “La sfida è continuare a sorprendere gli altri, ma prima di tutto me stessa. L’importante è continuare ad avere delle aspettative e sapere bene che l’insicurezza è la nostra migliore amica. Per quanto mi riguarda, ogni volta che inizio un nuovo film mi sento intimidita e preoccupata”.

 

Pensierosa per la sua candidatura agli  Oscar con “Iron Lady”, racconta di quanto sia stato complesso in fondo interpretare tale ruolo anche se alla fine ne è uscita vincente:  “Mi ha insegnato tutto quello che io, essendo un’attrice di idee democratiche che vive a New York, non avrei mai potuto immaginare. Se qualcuno glielo dicesse lei lo prenderebbe a calci, ma la Thatcher è stata una femminista”. Meryl è riuscita sempre a rinnovarsi a interpretare ruoli moderni che non annoiano il pubblico e il suo è un pò un personaggio senza età. Un vero fenomeno in questo senso e interrogata su come riesca a fare tutto questo ha detto: “Volete sapere come faccio? Alla fine di ogni giornata di riprese chiedo di farmi portare un gin-tonic…”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>