Charlie Chaplin inedito: scoperto un manoscritto

di isayblog4 Commenta

 

Tra gli uomini il cui talento resterà immortale, c’è certamente Charlie Chaplin. La sua carriera è sembrata a tutti fin troppo breve, ma il genio e l’intuizione sono venuti fuori piuttosto prepotentemente. Nuove scoperte sono state fatte intorno al talentuoso personaggio che stava lavorando ad un soggetto mai scoperto al tempo della sua vita. Si stava occupando del concetto di carriera appunto che non è mai il compimento dei desideri dell’uomo, ma solo una strada che lo conduce al suo destino e si stava ispirando a Vaclav Nijinsky. Un manoscritto inedito è stato da poco scoperto dalla ineteca di Bologna insieme a quattro foto sconosciute.

L’artista, in particolare, viene ritratto nel pieno del suo lavoro di regista e attore del cinema muto con Buster Keaton sul set del film-testamento “Luci della ribalta“. Un documento molto importante che vale la pena di tenere presente. Chaplin e Nijinsky si conobbero a Los Angeles mentre il danzatore si trovava in tournée con i leggendari Les Ballets Russes. Andò a trovare il regista ai Chaplin Studios, durante la lavorazione di “Easy Street”.

Da quell’incontro dovranno passare venti anni e verso la fine degli anni Trenta, si giungerà alla stesura di un soggetto per  un film ispirato a un grande ballerino che però non vide mai la luce e non fu realizzato da Chaplin. Il lavoro però non andò perduto e in parte diventò  “Luci della ribalta”. La scoperta è stata presentata nei giorni scorsi a  Bologna nell’ambito del festival “Il Cinema Ritrovato” ed è molto importante perché regala nuova luce a Chaplin. Non c’è generazione che non lo ricordi e oggi la sua biografia meritava di essere degnamente arricchita con nuovi lavori come questo. In più si hanno in tal modo nuovi dettagli sul suo film capolavoro che tutti, almeno una volta nella vita, hanno visto o sentito nominare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>