Nicole Kidman risposerebbe Tom Cruise

di Francesca Commenta

 

Nicole Kidman non si ferma un attimo e la sua carriera d’attrice, a parte qualche normale flop va sempre a gonfie vele. Adesso per lei è il momento del thriller Stoker” in cui interpreta la parte di una donna  fragile e emotivamente instabile. Certamente un lavoro molto complesso da portare sul grande schermo, visto che lei nella realtà è del tutto diversa e intervistata da F Magazine ha confermato che la sua grande fortuna nella vita non è stato solo il mestiere di attrice, ma soprattutto la possibilità di aver potuto crescere i suoi figli. Loro sono tutto ciò che conta davvero. Le domande sui giornalisti sono poi finite su Tom Cruise, padre dei due più grandi e lei senza troppi indugi ha confermato: Ero molto innamorata di Tom, rifarei tutto quello che ho fatto“.

L’occasione è perfetta per parlare del nuovo thriller “Stocker“, diretto dal regista coreano Park Chan-wook. Qui ha dovuto mostrare un lato tremendo dell’essere umano, che è quello che porta ad essere disturbati mentalmente. Nel lungometraggio viene persino rifiutata dalla figlia India (Mia Wasikowska). L’attrice ha rivelato:

Evie, la donna che interpreto in questo film, è quanto più distante dal mio carattere possa esistere. Ma mi piace quando mi danno la possibilità di interpretare personaggi estremi che mi conducono in luoghi spaventosi

L’argomento torna sui figli. Nicole ha in tutto quattro figli, due con l’ex marito Tom Cruise e altrettanti con l’attuale marito Keith Urban.“Aver cresciuto due figli con Tom e poi due bimbe con Keith è stata l’essenza della mia vita. La mia paura più grande è allontanarmi da loro. Chiedere a tua figlia chi sei? be, sarebbe veramente terribile per me”.Un’attrice, una donna bellissima e, soprattutto, una mamma. Nicole Kidman è una incredibile figura del nostro tempo che ha avuto tutto dalla vita, ma si è anche impegnata tanto per ottenerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>