Ryan Gosling dice addio ai film

di Francesca Commenta

 

Ha lavorato troppo negli ultimi tempi, girando ben sei film in tre anni. Ora è il momento di dire basta, almeno per ora. Lo conferma Ryan Gosling, uno degli attori più richiesti di Hollywood, talmente stanco da doversi riposare e scegliere di allontanarsi dal set. Intanto è stato intervistato, in occasione dell’uscita del film Come un tuono“, in uscita nelle sale il 4 aprile. Lo stesso ha detto:  “Sto esagerando in questo periodo e sto perdendo di vista i miei obbiettivi. Penso sia giusto fermarsi e riconsiderare sia la mia vita che la mia carriera”.

Insomma, non è affatto detto che sia uno stop momentaneo, ma di sicuro ora ha bisogno di pensare ad altro. La stanchezza è troppa. Per i fan e i produttori, è una pessima notizia e sperano che riconsideri la cosa. Intanto, l’ultimo impegno previsto per quest’anno è il film “Only God Forgives” poi Gosling non ha firmato altri contratti proprio per prendersi una pausa. 

La carriera gli ha dato ultimamente grandi soddisfazioni. Già a partire dal 2010 con  “Blue Valentine” non ha conosciuto altro che successi. Qualche esempio? “Crazy, Stupid, Love”, “Gangster Squad”, “Le Idi di Marzo”, “Drive” fino al recente “Come un tuono” dove recita con Eva Mendes e Bradley Cooper. Conferma, però, di non farcela più. In questa pellicola Gosling è Luke, un pilota di motociclette che ha lasciato lo spettacolo ambulante del “globo della morte” in cui si esibisce per attraversare le trade secondarie di Schenectady, nello Stato di New York. L’uomo è alla ricerca disperata della sua ex ragazza, Romina (Eva Mendes), per un motivo ben preciso. Ha da poco partorito di nascosto suo figlio. Non sa però che vivrà delle avventure davvero incredibili e non potrà certo tirarsi indietro. Insomma, la sua esistenza sta per prendere una piega inaspettata e dovrà solo seguirla.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>