Sandra Milo parla con gli angeli

di Francesca Commenta

 

Ha compiuto da pochissimo ottanta anni, ma è sempre molto amata Sandra Milo. Lei che non ha mai avuto paura di mostrare i suoi sentimenti e, soprattutto, di dire ciò che pensa e di vivere la vita a modo suo, di recente ha fatto una rivelazione che ha incuriosito tutti. Conferma di parlare con gli angeli, ma non adesso in età avanzata, praticamente da sempre.

La confessione l’ha affidata qualche settimana fa ad Oggi che l’aveva intervistata proprio in occasione del suo compleanno così importante. Nessun problema a parlare dell’argomento e nessuna paura di essere considerata bizzarra. Lei ha chiosato con quel suo timbro che ti entra dentro subito: “Parlo con gli angeli. Sento le presenze da quando ero bambina e con l’avanzare degli anni questo mio dono magico si è affinato”. 

Interrogata sui suoi amori passati, poi, ha ricordato il suo legame con Federico Fellini che la diresse in “Otto e mezzo” e aggiunge: “Oggi sono serena, ma quante botte da amanti e mariti“. Del regista però ha un ricordi unico:

Fellini è stato l’uomo più importante della mia vita: l’unico che non mi ha picchiata. Sono stata io a lasciarlo dopo 17 anni di relazione proibita. Da quando è morto, 20 anni fa, parlo ogni giorno con lui. Alcune sere ci litigo, guardando la sua foto sul comodino. Lo rimprovero di avermi lasciata sola su questa terra. Un giorno lo riabbraccerò, e sarà per sempre.

Dei grandi artisti del passato oggi ne sono rimasti pochi in vita, ma lei tenacemente è ancora piuttosto giovanile e mette allegria, ogni volta che si mostra in pubblico. Ottanta anni, insomma, ben portati e una vita vissuta completamente al massimo. Grandi passioni e una sola che conserva nel cuore, come molte grandi donne del mondo dello spettacolo. Sandra Milo tra i suoi angeli custodi deve avere anche il suo Federico e forse è per questo che la vediamo così serena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>