Contagious – Epidemia mortale, il nuovo film con Arnold Schwarzenegger

di isayblog4 Commenta

È uscito il 25 giugno, “Contagious – Epidemia mortale”, il nuovo film di Henry Hobson con Arnold Schwarzenegger, Abigail Breslin e Joely Richardson.

Quando una pandemia mortale si diffonde nel paese, arrivando a contagiare anche le piccole città dell’Americana più profonda, le autorità stabiliscono un ferreo protocollo per i pazienti affetti dal virus: devono esseri allontanati dal contatto con gli altri umani e messi in isolamento in speciali reparti. Su quello che succede dopo ai contagiati, le autorità tacciono. Ma Wade Vogel (ARNOLD SCHWARZENEGGER) non è pronto a rinunciare a sua figlia Maggie (ABIGAIL BRESLIN).

Dopo settimane alla ricerca della ragazza, fuggita una volta venuta a conoscenza della sua diagnosi, l’uomo la trova e la riporta a casa dalla famiglia, la matrigna Caroline (JOELY RICHARDSON) e i suoi due figli. Dopo aver perso la moglie anni prima, Wade è determinato a tenere con sé l’amata figlia il più possibile, rifiutandosi di lasciarla nelle mani della polizia locale presentatasi con l’ordine di prenderla in custodia. Con il progredire della malattia, però, Caroline decide di prendere i suoi due figli e andare via da casa, lasciando Wade da solo a guadare impotente Maggie straziarsi nella sua lenta trasformazione in uno zombie.

Ecco il trailer di Contagious – Epidemia mortale

Fin da quando ha cominciato a sviluppare il film con gli esordienti Kaufman e Scott, Baer aveva capito che CONTAGIOUS, questo insolito thriller horror sugli zombie combinato al dramma familiare, era qualcosa di diverso che non aveva mai visto prima. Anche se c’erano gli zombie, non si trattava di un film horror. Era un film drammatico con dei personaggi ambientato in una tranquilla fattoria, e non era una trama d’azione con effetti speciali. Nella fase iniziale, Baer, Kaufman e Scott erano consapevoli che, nonostante gli zombie, i festival vinti e i riconoscimenti della Black List, si trattava di una piccola storia rispetto alla portata delle produzioni commerciali che puntano ai blockbuster e alle saghe, e hanno deciso di svilupparlo e finanziarlo come film indipendente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>