Box office Italia e Usa, le delusioni e le promesse

di Pina Commenta

Le new entry dello scorso fine settimana deludono un po’ mentre si conferma al box office, grazie al passaparola, The Conjuring – Il caso Enfield. Speculare la situazione tra Italia e USA. 

Le deludenti le new entry settimanali fanno comunque registrare qualche buon dato al botteghino italiano. La migliore pellicola delle peggiori è My Bakery in Brooklyn – Un pasticcio in cucina, che chiude con 178mila euro complessivi nella settimana e fa meglio di Cattivi vicini 2 che si ferma a 173mila, poco più di La Battaglia degli imperi – Dragon Blade.

Non piacciono invece Ratchet & Clank e American Ultra. Con questi dati ci si avvia verso il mese peggiore dell’anno per il cinema anche se sono in programma delle uscite interessanti. Questa settimana ad esempio,  dopo un anno di ritardo arriva l’horror It Follows. VBisogna poi mettere in agenda l’uscita delle Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra, The Legend of Tarzan, poi anche Una spia e mezzo che esce il 14 e Star Trek Beyond che uscirà nelle sale il 21. Il 28 si chiude ufficialmente la stagione con Ghostbusters 3D e La notte del giudizio – Election Year.

Per quanto riguarda il box office USA, sostanzialmente speculare all’altro, ecco come ne parla Mymovies.

In America il weekend più importante dell’anno, almeno per il box office, quello del Giorno dell’Indipendenza, si chiude con il trionfo di Pixar e di Alla ricerca di Dory, che resistono agli assalti di ben tre nuove entrate. Alla ricerca di Dory ottiene 41 milioni e vola a 372 milioni solo in America, dato che lo porta ad essere nettamente il miglior film di animazione degli ultimi anni ed il migliore Pixar in assoluto, almeno per quanto concerne i giorni passati da quello delle release. Il film occupa il 140esimo posto nella classifica americana di tutti i tempi che considera anche l’inflazione e già oggi supererà il primo Toy Story – Il mondo dei giocattoli (mentre entro la settimana diventerà il numero uno del 2016, superando Captain America: Civil War). Disney ha 4 film nei primi 5 posti dei film più visti dell’anno in America.  Tra le new entry molto bene The Legend of Tarzan (38 milioni, ma è costato un sacco, oltre 180) e il terzo capitolo La notte del giudizio – Election Year, che con 30,8 milioni è uno dei pochi sequel del 2016 ad essere partito meglio degli episodi precedenti (e ha la migliore media per sala della top ten). Male invece Spielberg, il suo Il GGG – Il Grande Gigante Gentile si ferma a 19 milioni, pochi viste le ambizioni del film. Perdita notevole per Independence Day – Rigenerazione che arriva a 72 milioni totali e potrà gioire se passerà i 100 (il primo ne aveva fatti quasi 600), mentre tengono botta Una spia e mezzo e Paradise Beach – Dentro l’incubo, entrambi in ampio attivo rispetto ai costi di produzione. La settimana prossima arriva il cartoon estivo della Universal, Pets – Vita da animali che sicuramente detronizzerà Alla ricerca di Dory dal primo posto. In arrivo anche la commedia Mike & Dave: Un matrimonio da sballo: l’estate americana continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>