Ryan Reynolds: ha rischiato di morire e di non diventare un attore famoso

di isayblog4 Commenta

Una confessione che ha lasciato tutti di stucco ed ha fatto comprendere che per poco non ha rischiato di non essere mai famoso e di non risvegliarsi mai più. Il protagonista della vicenda che, fortunatamente, sta benissimo è Ryan Reynolds il quale ha raccontato così gli è accaduto quando aveva 19 anni. Era andato ad una festa come tutti i ragazzi della sua età ed avendo bevuto un pò, ha voluto comportarsi in modo responsabile e non mettersi alla guida. A questo punto si è allontanato dal luogo del party ed ha cominciato a camminare a piedi. Non tutti però si sono comportati in modo così maturo e così le auto in corsa non avevano al volante giovani del tutto sobri.

Alla fine della serata perciò l’attore è stato investito da un guidatore ubriaco, finendo in coma per tre giorni. Lo ha detto pochi giorni fa proprio mentre regalava qualche chicca sul suo nuovo film Lanterna Verde. Per fortuna è rimasto solo un brutto ricordo e lui si è risvegliato ma ovviamente si tratta di un trauma che resterà con lui per sempre. L’ex marito di Scarlett Johansson è stato poi ritrovato tutte le ossa del fianco sinistro frantumate, per cui la situazione è apparsa subito tragica.Chiaramente è stato portato subito in ospedale con il padre che non lo ha lasciato da solo un momento.

 

La storia che ha impressionato particolarmente i suoi fans è avvenuta molto tempo fa ormai, a Vancouver, in Canada quando lui aveva 19 ann. Oggi ne ha 35 ed è considerato uno degli uomini più sexy del mondo. Lui, però, ha deciso di svelare comunque alcuni dettagli privati del suo passato. Lo ha fatto soprattutto per consigliare ai giovani di non mettersi alla guida quando hanno bevuto per evitare di mettere in pericolo se stessi e gli altri. Speriamo che venga ascoltato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>