Twilight-Breaking Down Part 1: tra sesso e azione

di Francesca Commenta

I fans aspettavano certe scene da un bel pò di tempo, precisamente da quando i due amanti, lei umana lui vampiro, si erano scoperti innamorati e avevano cominciato a frequentarsi. Nella società di oggi, infatti, è abbastanza poco credibile che due ragazzi che stanno insieme evitino qualunque contatto e tale evento si verifica una volta su un milione. Tuttavia, sembra che la scrittrice abbia portato all’esasperazione la castità di Bella ed Edward per motivi religiosi e convinzioni personali, ma adesso dopo il matrimonio è ora di lasciarsi andare alla passione. Il sesso diventa addirittura sfrenato, tanto che Edward non riesce proprio a controllare la sua forza e rompe persino un muro. Cresce quindi l’attesa per quel 16 novembre, quando al cinema sarà proiettato “Twilight – Breaking Down Part I”.

Intanto cominciano a circolare le prime immagini hot dei due sposi nella prima notte d’amore o in luna di miele nell’isola caraibica di Esme tra partite a scacchi ecolazioni fatte di dolci sguardi. A commentare le scene ci ha pensato il regista Bill Condon intervistato dal mensile Best Movie:“Ho girato sia il fare l’amore che il parto con la potenza e la passione di cui necessitavano e nello stesso tempo avevo sempre sul collo la spada di Damocle della censura, del PG 13 (i tredicenni accompagnati da genitori), che aleggiava su di noi. Ma volevo che quella scena rendesse i fan ‘appagati’ e credo proprio che abbiamo fatto un ottimo lavoro di compromesso”.

 

Entusiasta anche il protagonista l’amatissimo Robert Pattinson, che ha ricordato: “Eravamo tutti lì. Tutte le persone con cui ho condiviso l’esperienza più incredibile della mia vita erano radunate nello stesso posto. E’ stato parecchio emozionante. Era bello essere insieme con tutti i Cullen… Peccato facesse un freddo incredibile, ai Caraibi era tutta un’altra cosa, ma non avremmo potuto girare lì per tutto il tempo? Ne avrei fatto anche un quinto”…

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>