Massimo Boldi arriva al cinema con un matrimonio da non dimenticare

di isayblog4 Commenta

Massimo Boldi ha cominciato la sua carriera quasi in sordina moltissimi anni fa ormai e piano piano si è riservato un posto di nicchia nel mondo del cinema italiano e in più è amatissimo dagli abitanti del Belpaese che non smettono di ridere alle sue battute esilaranti. Un talento naturale che è stato ben presto riconosciuto il suo e che torna puntualmente ogni anno, sbancando quasi sempre al botteghino. Ormai prossimo a raccogliere un probabile nuovo successo arriva nelle sale il prossimo 21 ottobre con “Matrimonio a Parigi“, il nuovo film che di sicuro promette di non fare annoiare.
In previsione del periodo natalizio sgombera già il pensiero a tensioni e pensieri e regala qualche momento di spensieratezza a chi decide di non perdersi il suo appuntamento con il sorriso. Il lungometraggio è diretto da Claudio Risi e nelle varie scene Boldi è Lorenzo, un piccolo industriale del Nord che all’apparenza appare insospettabile eppure non paga mai le tasse. Ecco che alla fine riesce a mettersi nei guai anche a causa di un incontro particolare. Si trova di fronte, infatti, un ufficiale della Guardia di Finanza a cui racconta il suo metodo e tutti i trucchi che ha imparato per imbrogliare il fisco. E’ chiaro che da quel momento se ne vedranno davvero delle belle.
Nel cast  non mancano ancora una voltaBiagio IzzoEnzo Salvi,  ma con una sorpresa: il tanto noto Rocco Siffredi e la divertente Anna Maria Barbera. Biagio Izzo, con la sua grande bravura davanti alle telecamere interpreta l’ufficiale che Lorenzo (Boldi) e incontra Massimo Boldi sul treno in viaggio per Parigi: una conoscenza assolutamente poco indicata che, chissà, magari porterà a qualcosa di buono. Una parola tira l’altra ed ecco la confessione che provocherà tanti guai, senza contare l’amore che scoppierà improvviso fra i figli dei due amici-nemici.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>