Rocco Siffredi, star del film “Un matrimonio a Parigi”

di Francesca Commenta

Ha lavorato sodo per poter dare il meglio sul set di “Un matrimonio a Parigi” e scrollarsi di dosso la solita immagine di attore porno che non sa calarsi in ruoli di altra levatura, ma ora è pronto a raccogliere i consensi con l’arrivo nelle sale del film. Con Rocco Siffredi nella commedia all’italiana pre-natalizia una serie di star come Massimo Boldi, Diana Del Bufalo di “Amici” e Annamaria Barbera. Entusiasta per  l’opportunità ricevuta confessa però che dopo questa parentesi ritornerà in quel mondo che, suo malgrado, non riesce proprio a lasciare: “Ringrazierò sempre Boldi per l’occasione che mi ha dato, ma io sono una pornostar, produttore e attore dei miei film. Nell’ultimo anno ne ho girati 40, la gente vuole vedermi ancora in quei ruoli e io continuerò a farli finché potrò”. Ironia della sorte o meglio del copione, qui interpreta la parte di un gay con l’accento francese, proprio lui che ha avuto milioni di donne.
Per questo lo stesso Siffredi continua: “il personaggio è così diverso dall’immagine strong che ho di solito.L’Italia è un Paese ipocrita e bigotto. Io difendo le scelte che ho fatto, ma lui potrebbe avere dei problemi a causa mia. Basta guardare quello che è successo con la mia pubblicità di patatine, che è stata censurata: un attore porno in tv non si può far vedere”.
In realtà, non è la prima volta che lo chiamano per un film ma spesso ha rifiutato:  “Questo film potrebbe aprire una nuova parentesi ma io sono bravo a fare quello che faccio, non mi piacciono gli attori hard che rinnegano il loro passato. Io sono una pornostar e grazie al mio lavoro ho vissuto sogni incredibili ed ho potuto esplorare la sessualità. Devo confessare, però, che fare una commedia è veramente molto meno faticoso che girare un film hard, su questo set mi sembrava di stare in vacanza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>