Emmanuelle Béart: chirurgia estetica dannosa

di isayblog4 Commenta

 

Dite la verità, ve lo siete chiesti in passato come mai l’attrice Emmanuelle Béart avesse quelle labbra così sensuali quanto particolari e avete pensato, forse, che poteva trattarsi di qualche tratto fisico ereditario tipico magari dei francesi. In questi mesi lei ha finalmente confessato e per un motivo preciso. E’ del tutto delusa dalla chirurgia estetica e contraria al massimo a farsi operare per sentirsi più giovane o per migliorare qualche zona del corpo che proprio non piace. I risultati, infatti, non sempre sono prevedibili e, soprattutto, magari non si è davvero pronti a vedersi differenti e allora il silicone può diventare davvero un’arma contro la quale o si combatte prima o dopo è troppo tardi.

L’attrice si è detta pentita di quello che potrebbe sembrare un ritocchino ma, in fondo, ha condizionato la sua vita e l’estetica del suo viso. Era anche molto giovane quando ha preso questa decisione e ha messo in discussione la forma delle sue labbra a soli 27 anni. Oggi ha solo 48 anni, ma in molte foto appare distrutta e molto cambiata proprio a causa di questa azione. Attualmente è impegnata in teatro con “Trovarsi” di Luigi Pirandello e sta facendo di tutto per far sapere ai giovani che, quando non è strettamente necessario, è meglio restare al naturale.

Ecco che, infatti, ha detto: “Mi sono rifatta le labbra quando avevo 27 anni perché non mi piacevano, ma è stato un vero pasticcio. Del resto, quando una persona decide di rifarsi qualcosa è perché non riesce più a sopportare di vivere con quella parte del proprio corpo. Quindi o trova la forza di combattere il desiderio di ricorrere alla chirurgia plastica, o si sottopone all’operazione. Oggi posso dire che sono contro la chirurgia plastica. E’ una cosa seria, di cui non si riescono a prevedere tutte le conseguenze. Ormai io non posso più tornare indietro, ma è stato terribile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>