L’esorcista diventerà una serie tv

di Francesca Commenta

 

Avete battuto i denti per la paura, avete giurato di non vederlo mai più, ma in fondo anche per voi è rimasto un cult. Ecco perché, adesso, “L’Esorcista” è pronto a diventare una serie televisiva che sicuramente avrà moltissimi spettatori delle passate generazioni, ma anche di quelle più nuove. A rivelare la possibilità che ormai praticamente è una certezza, è stato il magazine “Vulture” che conferma quanto a quasi 40 anni di distanza la pellicola sia viva nella mente di tutti e terrorizza ancora. Il progetto per il celebre horror punterà soprattutto sulle motivazioni  che portarono la famiglia di Regan a rivolgersi a padre Karras. L’attenzione dei network è tutta puntata sull’inizio delle registrazioni, ma intanto il progetto non sarà venduto prima di due settimane.

Dovrebbe trattarsi di dieci episodi in tutto almeno per la prima stagione e l’idea dovrebbe essere quella di creare un prequel del lungometraggio di William Friedkin. Saranno finalmente chiari i motivi che portarono i cari della piccola Regan a chiedere l’aiuto di padre Karras e in ogni puntata si parlerà di persone che non trovano una spiegazione scientifica a ciò che accade. Rendendosi conto del fatto che hanno a che fare con il soprannaturale, alla fine, ritengono più utile rivolgersi alla Chiesa.

Non si sa bene, però, se nella versione televisiva, si potranno vedere pure i personaggi di Regan, sul grande schermo interpretato da Linda Blair e di sua madre Chris.Lo show, vede la sceneggiatura di  Sean Durkin ed è prodotto da Roy Lee (“The Departed”, “The Ring”). In molti sono interessati e incuriositi dalla notizia e c’è da ritenere che sarà ancora una volta un successo. Preparatevi ad avere paura di nuovo e soprattutto se amate il genere non avrete troppo da attendere per rivedere le spaventose scene che sono diventate l’incubo di molti adolescenti e adulti, ovviamente leggermente diverse e adattate alla televisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>