Jessica Biel contro sesso e droga

di Francesca Commenta

In questi mesi che la avvicinano al matrimonio con Justin Timberlake, cantante e attore di successo, Jessica Biel si fa intervistare di continuo, spiegando un pò il suo modo di essere. Al momento del resto è una delle attrici più amate del dorato mondo di Hollywood e ai fan le sue dichiarazioni interessano molto. In attesa di diventare una moglie, quindi, non è solo una professionista, ma anche una donna con le idee ben chiare che sa quello che vuole. Con i suoi forti valori, infatti, dice: “Se c’è una festa in cui molti fanno uso di droghe e poi salgono in camera da letto, vuol dire che è arrivato il tempo di andar via”.

Sono le dichiarazioni che ha fatto al Sun e conferma di essere così anche grazie alla famiglia e alla sua educazione. Ecco che infatti dice: ” devo ringraziare comunque i valori che mi hanno insegnato da ragazzina. Quando a 14 anni recitavo in ‘Settimo Cielo’ era come se avessi due famiglie: una reale e una sul set. Mia madre mi faceva andare a letto presto e quando comunque dovevo uscire con le amiche mi dava un orario da rispettare per il rientro. Poi se qualcuno mi diceva che ero troppo grassa, mamma mi diceva di rispondere per le rime. Con il suo insegnamento e l’educazione che ne ho ricevuto non ho mai avuto disturbi alimentari né dipendenze da droghe”.

 

Oggi è cresciuta e resta una ragazza pulita, che frequenta uno dei sex symbol più adorati al mondo. Niente male insomma. La sua vita e la sua carriera sembrano essere al massimo, del resto lei è sensuale e talentuosa e mai volgare. Più di una volta ha mostrato di essere molto seria e di non lasciarsi trasportare da chi le promette una fama facile. Insomma si è fatta da sola e forse anche per questo non ha avuto nel settore del grande schermo, la vita di una meteora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>