Leonardo Pieraccioni al Giffoni Film Festival

di Francesca Commenta

 

Leonardo Pieraccioni non è mancato al Giffoni Film Festival e ha anche annunciato novità interessanti per chi lo segue da tempo. Sta infatti lavorando al suo nuovo progetto cinematografico, nonostante sia un periodo di crisi in cui nessuno ha voglia di investire. Ci sarà però qualche novità e l’attore-regista conferma: “Lascio decantare per un po’ la commedia sentimentale e mi dedico ad una pellicola corale molto divertente che sto scrivendo a quattro mani con Paolo Genovese, già regista di Immaturi”.

All’evento ha poi continuato dicendo: “Il film inizia dove generalmente finiscono tutte le mie storie.Cosa fanno gli innamorati che abbiamo lasciato nell’idillio del lieto fine? Seguiamo le avventure di una coppia dopo 12 anni di matrimonio. So già come sarà la prima scena: due gemelline rosse sedute che mi fissano su un divano”.

Non è un momento felice neppure per il grande schermo e questo non si può certo negare, ma lui con il classico sorriso da toscanaccio simpatico, non si arrende: “Il cinema oggi è in quarta battuta L’Italia sta passando una vera crisi, è come se alla gente mancasse l’aria, è affannata, preoccupata. Ovvio che in questa situazione la priorità di un padre non è quella di portare tutta la famiglia al cinema. La mancanza di spettatori è un termometro del momento”. Al Giffoni non è voluto mancare in qualità di ospite, anche perché è una vetrina importante per chi fa questo mestiere ed ha concluso:  “C’è una stanchezza mentale e verbale nei grandi, i ragazzi hanno il cervello più elaborato alle novità. Questi ragazzi dovrebbero sostituire il governo Monti”. Siamo curiosi, sinceramente, di scoprire quale sarà il tema della sua nuova pellicola. Negli anni Pieraccioni è riuscito a portare al cinema anche grandi successi. Non tutti ne apprezzano il genere, in ogni caso ha fatto molto parlare di sé e non solo per il ciclone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>