George Clooney lascia la sua villa sul lago di Como?

di isayblog4 Commenta

 

Negli ultimi anni, almeno in Italia, George Clooney è diventato molto noto non solo per la sua storia con Elisabetta Canalis, ma anche per la sua mega villa sul Lago di Como. La stessa che adesso lo avrebbe fatto sentire quasi in trappola. La privacy, infatti, sarebbe un sogno e per lui è arrivato il momento di andare via. Starebbe quindi per vendere la famosa Villa Oleandra per via della presenza continua dei paparazzi. Sarebbe stanca di questa sorta di assedio, pure la fidanzata Stacy Keibler e sembra che gli abbia dato una sorta di ultimatum.

Per George Clooney sarebbe diventato indispensabile persino difendersi e, quindi, avrebbe ingaggiato un investigatore privato in grado di rivelare nomi e tipo di attività di ogni singolo paparazzo. Quest’ultimo avrebbe scattato delle immagini utili a denunciare dei fotografi davvero troppo presi dal loro lavoro, da non lasciare un attimo di tregua a Clooney. Lo rivela il quotidiano La provincia di Como confermando anche che i fotografi sono davvero sul piede di guerra e, in generale, non è un bel momento per Clooney.

 

I fotografi ritengono di non aver sbagliato nulla, anche perché non avrebbero ricevuto nessuna comunicazione legale, per cui in realtà non avrebbero infranto di fatto la legge. Intanto ci sono dei fotoreporter che frequentano la villa Oleandra assiduamente addirittura dal 2004. Del resto l’attore dovrebbe essere abituato a tanto clamore, visto che oltre ad essere un divo, è figlio di un giornalista. I fotografi lo aspettano all’esterno e lo fotografano, ma giurano di non provare a fare di più. Alcuni sono convinti addirittura che questa storia sia montata ad hoc e, in fondo, lui non abbia presentato alcuna denuncia. Sono circa dieci coloro che cercano di riprenderlo tra free lance italiani e stranieri, che rimangono tra giugno e settembre, anche perché dopo lui torna in America.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>