John Silva è morto: le riprese tv dall’elicottero sono una sua invenzione

di Francesca Commenta

 

Non sapete chi è? Non siete i soli in effetti, visto che è un nome poco conosciuto soprattutto dal pubblico televisivo ma la morte di John Silva, ha una eco di certo notevole, perché ha inventato qualcosa di estremamente importante per il piccolo schermo. E’ stato il primo, infatti, a realizzare le riprese live dall’elicottero. E’ scomparso all’età di 92 anni e, nonostante il decesso sia avvenuto dieci giorni fa, familiari lo hanno reso noto solo adesso.

Le prime immagini di questo tipo, infatti, risalgono al 1958 e le ha realizzate per  la tv di Los AngelesKtla Channel 5, emittente per la quale Silva lavorava come capo degli ingegneri. Parliamo di un periodo in cui una operazione del genere richiedeva molta fatica e aveva quasi del miracoloso, per cui è stato veramente un pioniere del settore. Lo stesso rumore dell’elicottero disturbava le immagini o creava la rottura degli strumenti di trasmissione. Lui però non si arrese e anzi iniziò a lavorare in segreto per non farsi fregare le idee dalle emittenti concorrenti.

In poco tempo, lo stesso Silva riuscì a disegnare e realizzare tutta una serie di componenti in alluminio che permisero di ridurre i pesi e limitare il fastidio causato dalle vibrazioni. Insomma con degli ammortizzatori il problema venne limitato. Con la sistemazione, infine, di una antenna rotante sotto l’elicottero riuscì a mantenere la giusta direzione con l’antenna ricevente della stazione tv anche se l’elicottero, un piccolo Bell 47G2, cambiava direzione improvvisamente. La prima ripresa live moderna, avvenne dunque il 24 luglio 1958. Il nuovo oggetto volante che ormai appariva bizzarro quanto utile, fu ribattezzato «telecottero», ma la sua funzione fu davvero molto importante da quel momento in poi. Oggi la tecnologia è andata avanti e sorridiamo di fronte ad una eventualità del genere, eppure per quei tempi il lavoro era incredibile e richiedeva molta determinazione, la stessa che a Silva non è mai mancata ed è soprattutto per questo che verrà ricordato anche dalle generazioni future.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>