Pinocchio al cinema con voce e musica di Lucio Dalla

di Francesca Commenta

Pinocchio torna a vivere al cinema e non è diverso per il grandissimo Lucio Dalla, che fa sentire la sua presenza con musica e voce. Un modo per celebrarlo e, nel frattempo, per riproporre un classico sul grande schermo. Il film d’animazione è tutto italiano e arriva a più di settanta anni dalla versione famosissima della Disney. La data di messa in onda, sarà il 21 febbraio, per cui ci siamo. “Pinocchio” di Enzo D’Alò avrà dunque le musiche originali di Lucio Dalla, che ha doppiato anche uno dei personaggi del film, il Pescatore Verde. Non si tratta certo di una pellicola improvvisata, visto che si lavora al progetto da ben quattro anni ed ora è il momento di renderlo noto al grande pubblico.

Lo staff che c’è dietro Pinocchio conta ben 500 persone e alla colonna sonora l’artista ha lavorato fino a una settimana prima della sua morte. Del resto si sapeva già che per lui il film era molto importante e lo ha sottolineato anche Marco Alemanno, che gli è stato vicino più di qualunque altro. Lo stesso ha detto che Lucio non ha perso tempo ad innamorarsi della proposta. Gli è bastato un attimo, dopo aver visto la prima tavola di disegni di Lorenzo Mattotti. Da quel momento scrivere la musica per il film è stato il suo obiettivo principale.

Lo stesso ha detto:

la musica di questo Pinocchio è apparentemente semplice, ma nasconde molte citazioni colte, da Nino Rota a Rossini. Lucio non ha mai negato il suo essere piacevolmente bugiardo, e diceva sempre ‘più bugiardo di me nella mia vita ho conosciuto solo Fellini.

Un eterno Pinocchio che sarebbe stato contento di vedere il risultato finale, ma non ha avuto questa fortuna. Il film di D’Alò, già autore de “La gabbianella e il gatto”, riparte dal testo di Collodi, a cui è molto fedele. L’argomento su cui puntare però è quello del rapporto padre-figlio. Lo stesso ha ribadito: Geppetto si costruisce il figlio, e quello scappa perché rifiuta quello che il padre voleva fare di lui: i due personaggi fanno due viaggi di formazione paralleli, poi si rincontrano, e si accettano”Il film è stato realizzato negli studi di 4 Paesi, Italia, Lussemburgo, Francia e Belgio, e uscirà ora in tutti e quattro questi Paesi. C’è la possibilità che venga distribuito presto anche in Usa. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>