Lando Buzzanca si taglia le vene: fuori pericolo

di Francesca Commenta

Lando Buzzanca è fuori pericolo, ma ha fatto preoccupare molto fan e familiari nelle scorse ore, rischiando la vita. L’artista, infatti, ha tentato il suicidio, per protesta e non è detto che non lo faccia ancora. Si è dunque tagliato nel vene ed è stato trovato un brutte condizioni, prima di essere trasportato immediatamente in ospedale.

Lando Buzzanca è stato quindi ricoverato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Santo Spirito di Roma e ora è salvo, ma certamente deve riprendersi. Il motivo del gesto? All’inizio non era chiaro, poi con il passare delle ore è venuto a galla che si sarebbe tagliato le vene dei polsi per questioni lavorative. Alla sua età, nonostante la grande carriera, non verrebbe infatti preso troppo sul serio.

A spiegare i motivi del gesto che forse nella mente dell’attore doveva essere definitivo, anche una lettera. Nella stessa spiegava i motivi per i quali voleva farsi ascoltare e non trovando più parole giuste, ha pensato ad una azione estrema. Sembra che tutto sia dovuto al rifiuto di una scrittura da lui proposta. Un progetto al quale teneva tanto ma che sarebbe stato snobbato, ma certamente sarà il tempo a dare in merito tante risposte. Il fratello ha minimizzato la cosa, parlando di un “colpo di calore”, ma è davvero così? Lo stesso ha ribadito che Lando ama la vita e non farebbe mai qualcosa del genere. Si è trattato, dunque, di un eccesso di stress dovuto al lavoro e all’età. Buzzanca il prossimo 24 agosto compirà 78 anni. Del resto in questo periodo stava lavorando a Roma ed era in piena attività e il fratello, Salvo, non conferma nemmeno la storia della lettera. A chiedere i soccorsi questa mattina intorno alle 6.35 sarebbe stata una persona che era con lui nella sua casa nella Capitale. L’attore attualmente si trova nel reparto di medicina d’urgenza, in condizioni stazionarie. Gerlando Buzzanca, nato a Palermo nel 1935 ora non sta bene, ma siamo certi che si riprenderà presto. 

Photo Credi: Wikimedia Commons

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>