E’ morto Carlo Mazzacurati, il suo ultimo film non è ancora nelle sale

di Pina Commenta

Aveva da poco tempo terminato le riprese del suo ultimo film, “La sedia della felicità”, e lo aveva presentato in anteprima al Torino Film Festival 2014, ma Carlo Mazzacurati non potrà assistere alla sua uscita nelle sale: il regista e sceneggiatore padovano si è spento questa mattina a Monselice, dopo alcuni mesi di malattia.

Nella sua carriera, un Leone D’Argento alla Mostra di Venezia per “Toro”, il suo film più celebre, e tante collaborazioni illustri.

L’esordio alla macchina da presa fu nel 1979: il titolo del film che realizzò con dei soldi ricevuti in eredità era Vagabondi, ma non arrivò mai nelle sale.

Il sogno del cinema sembra sfumare, ma poi, dopo al trasferimento a Roma inizia a collaborare alla scrittura di alcuni film – tra questi “Notte Italiana” con Franco Bernini, “Marrakech Express” insieme a Gabriele Salvatores e “Domani accadrà” di Daniele Luchetti – e anche a recitare piccole parti nei film di Nanni Moretti e Cosimo Messeri.

I suoi primi film risalgono agli anni ’90: “Vesna va veloce” nel 1996″, “L’estate di Davide” nel 1998 e “La Lingua del Santo” nel 2000. L’ultimo lavoro dietro alla macchina da presa “La sedia della felicità“, pellicola che vede protagonisti Valerio Mastandrea, Isabella Ragonese e Giuseppe Battiston, pellicola che sarà nelle sale alla fine del prossimo aprile.

Lo stesso Mazzacurati ha definito il suo ultimo film:

Forse il film più comico che ho fatto. Negli altri c’era anche tristezza oltre che l’ironia. Per una volta nella vita ho desiderato fare un film che mi piacesse anche da spettatore.

Foto | ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>