Babadook: l’horror più inquietante del momento

di isayblog4 Commenta

Uscirà nelle sale il 15 luglio, “Babadook”, il thriller psicologico che può essere inserito nella tradizione dei classici film horror di Roman Polanski (Rosemary’s Baby, L’inquilino del terzo piano, Repulsione).

Prendendo spunto dal suo cortometraggio horror, il premiato Monster, la sceneggiatrice/regista, Jennifer Kent, ha messo a punto la sceneggiatura del suo lungometraggio di esordio.

Di seguito vi mostriamo il trailer italiano ufficiale di “Babadook”.

Trailer italiano di Babadook

Sei anni dopo la morte violenta del marito, Amelia (Essie Davis) è ancora in lutto. Lotta per dare un’educazione al figlio ribelle di 6 anni, Samuel (Noah Wiseman), un figlio che non riesce proprio ad amare. I sogni di Samuel sono tormentati da un mostro che crede sia venuto per ucciderli entrambi. Quando l’inquietante libro di fiabe Babadook arriva in casa, Samuel è convinto che il Babadook sia la creatura che ha sempre sognato. Le sue allucinazioni diventano incontrollabili e il bambino sempre più imprevedibile e violento. Amelia, seriamente spaventata dal comportamento del figlio, è costretta a fargli assumere dei farmaci. Ma quando Amelia comincia a percepire una presenza sinistra intorno a lei, inizia ad insinuarsi nella sua mente il dubbio che la creatura su cui Samuel l’ha messa in guardia possa essere reale.

Queste le parole della regista Jennifer Kent:

Mi affascina molto ciò che succede alle persone quando reprimono i propri sentimenti, specialmente la sofferenza. La repressione di questi sentimenti può funzionare per un breve periodo, forse anche per alcuni anni, ma alla fine la verità viene a galla. […] Amelia non riesce ad amare suo figlio poiché non è stata in grado di affrontare il dolore per ciò che è successo. La repressione del dolore sviluppa una tale energia da dilaniare Amelia, perseguitarla, scatenando in lei una forza distruttiva incontrollabile. La messa in discussione dell’amore materno rappresenta il fulcro centrale di questo horror. […] Il rapporto problematico tra Amelia e Samuel racchiude in sé anche il messaggio di speranza del film. Nonostante la sua matrice horror, BABADOOK è una storia d’amore in cui una madre attraversa gli abissi dell’inferno per avvicinarsi al proprio fi- glio. È il viaggio dentro un incubo ma, come Amelia, il pubblico viene infine ricompensato.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>