Mirca Viola da modella a regista

di isayblog4 Commenta

Si intitola “L’amore fa male” e non è un film qualunque, perchè segna il debutto alla regia di una donna che nessuno immaginava avesse pure questo tipo di preparazione e talento. Parliamo di Mirca Viola ex Miss Italia 1987, diventata nota anche perchè il suo titolo fu revocato in quento all’epoca era già sposata. Successivamente al cinema ci è anche arrivata ma come attrice per passare poi dal piccolo schermo, ma con la voglia di provare emozioni lavorative nuove che la contraddistingue adesso ha cercato una sfida davvero molto grande. Tra inganni, dolori e tradimenti, esplora così il complesso mondo della coppia.

Mirca è stata intervistata per l’occasione da Tgcom e ha commentato: “E’ da quando sono “bambina” che lo sogno. Ho studiato e fatto gavetta, spero che ora mi venga data la possibilità di continuare…La storia è nata nel 2007, quando l’ho scritta insieme a Cinzia Panzettini. Parla di tradimento, dell’inganno, storie parallele di coppie che in qualche modo si incrociano nel dipanarsi degli eventi. E alla fine ognuno deve fare i conti con il proprio destino e la propria coscienza”.

Nel lungometraggio un cast con nomi legati soprattutto al cinema italiano più giovane ma con personaggi già ben noti al grande pubblico e con una discreta carriera alle spalle. Qualche esempio? Nicole Grimaudo, Stefania Rocca, Stefano Dionisi, Diane Fleri. Il progetto comunque è stato pensato e costruito con il tempo. Il suo futuro del resto lo vede così: “Come regista! Non si torna indietro. Anche perché non mi interessa tornare indietro, quello che voglio fare è questo. Spero che da questa opera si possa dedurre che un po’ di capacità le ho, che sono in grado di raccontare una storia e che possa esserci un futuro in merito”. In attesa di vedere la sua opera prima, non ci resta che attendere per scoprire se davvero Mirca è la regista che in Italia mancava oppure no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>