Sarah Jessica Parker, addio a Sex and The City e a Carrie

di isayblog4 Commenta

 

Diciamoci la verità: è una notizia che ci spezza il cuore e che non avremmo voluto leggere. Sarah Jessica Parker, invece, ha deciso, non sarà mai più Carrie di Sex and The City. Eppure quel ruolo di giornalista fashion era perfetto per lei e lo avevamo visto, seppur riveduto e corretto, in questi giorni anche in una puntata di Glee in cui ha partecipato. Ha, invece, riposto nello scatolo le sue Manolo e ha deciso di cambiare vita, anche sul set. L’attrice americana, comunque, deve tutta la sua carriera a quel ruolo e non lo dimentica, ma ha dichiarato al magazine “Elle” di non voler più ricoprire ruoli del genere. Sicura di sé ha ribadito che non le attira proprio l’idea, essendo ormai cresciuta, di interpretare ancora la donna modaiola e viziata che vive tra mille comfort a New York.

Se per Glee ha messo i panni di una giornalista di Vogue, ora è in cerca di ruoli più maturi e, soprattutto, diversi. Per questo Sarah Jessica Parker ha detto: “Non mi piace l’idea di interpretare un’altra donna newyorkese vittima della moda e viziatella Amo Carrie e proprio per questo non voglio fare una versione scadente di lei. Se da una parte ci sono motivazione economiche forti per farlo, dall’altra ci sono molte più ragioni per cui io imbocchi un’altra strada”.

 

Carrie, però, ha dovuto conoscerla bene per portarla sul piccolo e grande schermo e qualcosa di lei, per forza di cose, le è rimast. Per questo ha accettato di prendere parte al telefilm musicale Glee e di diventare  Isabelle Kempt. Il suo personaggio è una specie di mentore per Kurt (Chris Colfer). Gli insegnerà come vestirsi e distinguersi per stile a New York, ma certo con fare più sobrio rispetto alla giovane Carrie che aveva mille sogni e tanti soldi da spendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>