Il volto di un’altra in concorso al Festival di Roma

di Francesca 3

 

 

Al Festival di Roma, tra i film in concorso c’è anche “Il volto di un’altra“, un film di Pappi Corsicato con Laura Chiatti, Alessandro Preziosi, Lino Guanciale e Iaia Forte. Una commedia dai tratti ironici che, comunque, non dimentica di puntare alla realtà, al nostro quotidiano con tutti i suoi problemi e le manie che riguardano molti di noi. Si punta soprattutto sulla chirurgia plastica, un argomento vicino non solo ai personaggi del mondo dello spettacolo ma a coloro che di invecchiare proprio non ci pensano e non sopportano di vedersi cambiare. In alternativa, poi, è anche un modo per migliorare parti del corpo non proprio perfette o percepite in questo modo. Si punta pure sui media e sulla spettacolarizzazione della cronaca, attraverso il racconto delle vicende di una coppia di personaggi televisivi pronti a tutto pur di arrivare al definitivo successo.

In primo piano c’è Bella interpretata da Laura Chiatti. Lei veste i panni di una esuberante conduttrice in primo piano in un noto programma televisivo. Nel format si parla di chirurgia estetica. C’è poi René, Alessandro Preziosi, che è suo marito, un medico chirurgo che nello stesso programma effettua gli interventi sugli ospiti.

Lei improvvisamente viene licenziata, perché calano troppo gli ascolti e il pubblico sembra essersi stancato di vederla. Lei se ne va via infuriata, ma la sfortuna è dietro l’angolo. Mentre ritorna a casa, è vittima di un incidente stradale e rimane gravemente sfigurata. Se pensate che questo possa fermare Bella e distruggere la sua carriera, vi sbagliate di grosso. Rappresenta, invece, una opportunità per rilanciare la propria immagine sotto altre vesti. A produrre il film ci pensa  Tilde Corsi e Gianni Romoli per R&C Produzioni in collaborazione con Rai Cinema, con il contributo del MiBAC, di BLS (Business Location Südtirol), MEDIA per lo sviluppo alle Sceneggiature e di Regione Lazio. La pellicola uscirà a Febbraio 2013 , distribuito dalla OF.

 

 

 

 

Commenti (3)

  1. Preziosi ha fatto solo bene a lasciare la Puccini! Santamaria le calza a pennello! La puccini è proprio stronza. A 07gold, sulle forme benefiche del cinema contro la povertà, ha detto che lei all’inizio era parte di un associazione benefica a sostegno dei bambini dell’Equador(penso l’ucodep, giusto?): era entrata come fanno molti per pubblicizzare la propria immagine attraverso un opera di bene ma è uscita dopo pochissimo tempo perchè non sopporta chi crede che un attore debba aiutare i più poveri solo perchè è più ricco e che è inutile per i governi occidentali spendere tanti soldi per aiutare intere popolazioni che rimarranno sempre in povertà con o senza aiuto. puccini fai proprio schifo! non adotterebbe mai un bambino perchè non farebbe mai crescere la propria bambina insieme a un fratello o ad una sorella di diverso colore, odore, non sarebbe educativo e giusto!

    1. @carol preziosi: a me piaceva la puccini ai tempi di elisa di rivombrosa e lo so da tantissimo che è razzista! Anche laura chiatti la pensa così, queste attrici italiane si credono tanto modeste e pacate ma fanno davvero vomitare! La puccini ha detto che la propria persona elegante e raffinata non si addice a quelle circostanze! e laura chiatti è ancora peggio, preziosi invece è diverso!

  2. Ma va lo hai scoperto ora! io è da una vita che lo so che la puccini è falsa e razzista. io ero una sua fan ai tempi di elisa di rivombrosa. Anche lauta chiatti la pensa proprio come lei: le attrici italiane fanno tanto le modeste ma fanno vomitare! la puccini ha detto che la sua persona è troppo elegante e sofisticata per essere a suo agio in quelle condizioni e laura chiatti è ancora peggio: preziosi è diverso!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>