The Wedding Party, protagonista Kirsten Dunst

di isayblog4 Commenta

 

Il cinema è anche evasione e allegria e, in questo senso, se volete vedere una commedia dove le risate sono assicurate, non perdete “The Wedding Party” nelle sale dal 18 ottobre. La protagonista è la bravissima attrice Kirsten Dunst. Lei interpreta la parte di Regan che vuole essere la prima in tutto e quando scopre che Becky, la sua grassa amica del liceo, sta per sposare un ricco newyorchese, le cose sembrano sfuggirle di mano e diventa nervosissima. Lei viene scelta come damigella d’onore ma come si comporterà insieme alle due amiche di scuola?

La storia legata a “The Wedding Party” è molto leggera, ma è proprio per questo che potrete dimenticare ogni vostro stress per un paio di ore e immedesimarvi nell’atmosfera che precede un matrimonio, anche se di solito nessuno trama alle spalle della sposa.

Il film continua con l’alleanza di Regan con Katie (Isla Fisher) e Gena (Lizzy Caplan). Andrà tutto bene durante la festa di addio al nubilato? Siamo sicuri che le amiche non perderanno di vista la situazione? In primo piano c’è Gena, almeno nelle prime clip che girano su internet, molto carina ma troppo sincera fino ad eccedere. In più, non riesce a stare troppo lontano dagli alcolici. La sua sensibilità però la rende molto piacevole per tutti gli amici. Un mix particolare che la vedrà al centro delle vicende del film. Insomma, se sempre più spesso in sala ci propongono mielose storie d’amore o pellicole d’azione non sempre ben riuscite, con qualche piacevole sorpresa riguarda ad un discreto numero di film d’orrore, adesso arriva questa storia senza troppe pretese ma che garantisce il giusto divertimento e qualche risata. La commedia è sempre importante al cinema ed è fin troppo dimenticata, per dare spazio a racconti non sempre interessanti. Kirsten, poi, come al solito ha dato una grande prova di se stessa nell’interpretazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>