Gwyneth Paltrow, il cinema e il segreto del matrimonio

di isayblog4 Commenta

 

Come riesce una donna bella ma carica di impegni a tenere in piedi un matrimonio con il leader dei Coldplay, Chris Martin? Non deve essere per niente facile gestire la carriera di entrambi e, nel frattempo, pensare anche ai figli e alla propria felicità. Eppure Gwyneth Paltrow appare sempre radiosa. Alla domanda in questione ha risposto: “Il segreto del mio matrimonio è ridere”. Il prossimo 27 settembre compirà 40 anni, ma ha lo spirito di una ventenne e si racconta senza problemi al mensile  americano “In Style”. Nella vita ha molti motivi per essere felice del resto, è riuscita anche a portare a casa un premio Oscar.

In molti comunque non smettono di domandarsi come faccia a mantenere vivo il fuoco della passione con il marito 35enne. Lei senza dubbi ribatte: “Tra di noi si ride molto e si scherza nello stesso tempo. Ci piace la stessa musica e ci piacciono le stesse cose”. Insomma, c’è lo spazio per il divertimento ma anche per i momenti più seri e l’intesa tra i due è notevole. “I nostri temperamenti di artisti sono un problema. Gli artisti sono sensibili, soffrono molto di alti e bassi, di frequenti mutamenti di umore”. Tutto sommato, però, riescono a superare qualunque ansia di questo genere.

I due artisti si sono sposati nel 2003 ed hanno due figli: Apple Blythe Alison Martin nata nel 2004 e Moses Bruce Anthony Martin nato nel 2006.  Gwyneth Paltrow li ama moltissimo ma non si sente di averne altri: “Il mio cervello dice stop, ho fatto. I ragazzi sono ormai cresciuti, non ho più voglia di cambiare pannolini. Ma un’altra parte di me vorrebbe avere un altro bambino. Certo, ma ormai sono vecchia“. Gwyneth mamma, moglie, cantante, attrice e così via dicendo. Una donna che può essere soddisfatta, ma chissà magari guardandosi indietro avrà qualcosa da rimpiangere. Al momento il suo sorriso, non ce lo svelerà mai.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>