Demi Moore e Ashton Kutcher: la guerra continua

di Francesca Commenta

 

Un divorzio amichevole? Neanche per sogno. Demi Moore e Ashton Kutcher sarebbero ai ferri corti davvero e del loro grande amore di un tempo, restano solo sbiaditi ricordi e tanto dolore. Se l’attrice americana fatica ancora a riprendersi dopo il tradimento di lui, adesso ha altro a cui pensare: il denaro. Ha, quindi, annunciato una battaglia legale per ottenere il mantenimento, visto che la situazione si è totalmente ribaltata. Un tempo la protagonista di Ghost e de La Lettera Scarlatta era una vera star ricchissima, ora sarebbe lui ad essere sempre più richiesto.

A questo punto, visto che all’inizio della loro relazione lei era molto più in vista e ora le cose sarebbero proprio cambiate, Ashton vale 100milioni di dollari e di Demi sul grande schermo, invece, nemmeno l’ombra. Nonostante il denaro accumulato negli anni non sia finito, comunque lei guarda al futuro e ritiene sia fondamentale che lui ricambi adesso, dopo che lei lo ha praticamente trasformato in quello che è oggi. Dovrebbe ricompensarla, anche se non stanno più insieme e ritiene sia tremendo che il divorzio stia andando in questo modo. Dal canto suo l’attore non sembra essere troppo consapevole dell’impatto che ha avuto lei sulla sua vita.

Insomma la Moore è profondamente dispiaciuta e avrebbe deciso di portare Kutcher in tribunale. Una fonte anonima a tal proposito ha confermato che: Ashton con Due uomini e mezzo guadagna 20 milioni di dollari l’anno e ha investito in produzioni redditizie. Demi non è a conoscenza dell’esatto importo delle finanze di Ashton, ma si informerà bene prima della causa. Qualunque sia la verità, è un affare molto doloroso certamente per entrambi, a dimostrazione che anche le star più ricche sono esseri umani come tutti e con una serie di guai dai quali non scappano. Demi sembra aver perso tutto al momento: l’amore e il lavoro ma ci sarà di certo una via d’uscita pure per lei. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>