Mostra del Cinema di Venezia, Paradise Faith piace al pubblico

di Francesca Commenta

 

Molti applausi per “Paradise: Faith“, il film in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia che sembra essere piaciuto moltissimo al pubblico. Alla fine della proiezione in sala, gli accreditati e coloro che hanno potuto assistere alla prima, hanno quindi mostrato di gradire moltissimo il lungometraggio del regista austriaco Ulrich Seidl. La 69esima edizione della kermesse, vanta la presenza di pellicole d’eccezione e la curiosità è tanta intorno a quello che dovremmo aspettarci nella nuova edizione cinematografica.

Paradise: Faith ha tra i suoi punti forza, l’interpretazione della grande attrice protagonista che è Maria Hofstatter. Quaest’ultima interpreta il ruolo di una cinquantenne che è convinta di riuscire a trovare il Paradiso in Gesù. La sua vita è tutta votata verso tale obiettivo e non si riposa mai, tanto da dedicare le vacanze alla ricerca di un luogo dove portare la fede, aiutando chi l’ha smarrita. A tal proposito, perciò, si sposta con una statuetta della Madonna Pellegrina e bussa di porta in porta.

La vita, però, è destinata a cambiare e a presentare dei colpi di scena incredibili. Il marito, ad un certo punto, si ripresenta e per lei cambia tutto, Si tratta di un egiziano di fede musulmana paraplegico dopo un incidente. Il conflitto tra i due è evidente ma non ha radici sono religiose, ma soprattutto emotive. La pellicola ha tratti molto forti ed, infatti, non ha mancato già di creare scandalo, soprattutto durante una scena in cui ciò che sente Annamaria per Gesù, sembra andare oltre ogni livello spirituale. Come al solito, il must dei film degli ultimi tempi, è quello di far parlare di sé per essere sopra le righe e questo film di sicuro è destinato a non passare inosservato. Può piacere o sconvolgere, ma lo spettatore di sicuro resta senza parole e questa è la vera forza della storia descritta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>