Massimo Boldi contro i Cesaroni

di isayblog4 Commenta

 

Arrabbiatura natalizia per Massimo Boldi che accusa i Cesaroni e conferma che la nota e seguitissima fiction Mediaset, parte proprio da una sua idea. Insomma, avrebbe preso spunto da una sua serie tv piuttosto datata ormai. Per il suo sfogo si è affidato al settimanale Chi e ha detto:  “I Cesaroni è completamente ispirato alla serie che facevo io, “Un ciclone in famiglia”. Dicono di aver preso un format spagnolo, ma che cosa c’è di spagnolo in una fiction dove parlano romano ed è ambientata alla Garbatella?“. Tutto sommato, però, ha deciso di prenderla con filosofia e dopo essersi un pò seccato, adesso prende atto di quanto accaduto, ma ci tiene a puntualizzare quale sia la verità.

L’occasione però è stata perfetta anche per parlare del presente che è ovviamente ancora più importante. Massimo Boldi, infatti, questa volta non ha rinunciato al cinepanettone, ma lo ha preparato per la tv. Nel periodo festivo, ormai imminente, quindi, andrà in onda il suo “Natale a 4 zampe”.

Lo stesso Boldi ha ribadito a tal proposito: “Da quando non faccio più i cinepanettoni con Christian e De Laurentiis ci abbiamo perso un po’ tutti hanno voluto mettere sul cartellone Christian De Sica e un Massimo che non era Boldi, era Ghini. E non hanno raggiunto i nostri risultati. Molte persone mi chiedono: perché tu e De Sica non tornate insieme? Secondo me faremmo un grande successo”. Insomma, i sassolini nella scarpa sembra esserseli tolti tutti e intanto fa sapere di avere in mente un progetto teatrale che potrebbe realizzare con Teo Teocoli: “Siamo fratelli, stiamo pensando di fare uno show da portare in giro l’anno prossimo” ha rivelato e il pubblico non può che esserne lieto. Intanto è il momento di vedere Natale a quattro zampe, di cui si è parlato molto e che si annuncia come un successo di quest’anno in cui c’è tanto bisogno di allegria e gioia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>