Cinema: Scarlett Johansson è troppo sexy e non può fare parte del cast

di isayblog4 Commenta

Essere belli aiuta ma essere sexy a volte può creare problemi. Si perchè se i tratti angelici sono rassicuranti e sono indicati per ogni personaggio, se parliamo di cinema e spettacolo in generale, un fisico prorompente ed un viso che ispira passione possono rivelarsi  al contrario eccessivi per certi ruoli. Sembra incredibile ma è quello che sta succedendo a  Scarlett Johansson, la quale nonostante avesse il giusto talento per interpretare la parte che le interessava non è stata scelta, suo malgrado, per il lungometraggio “Uomini che odiano le donne“.
A confermarlo ci ha pensato David Fincher il quale ha candidamente rivelato:  “Ho fatto provini a decine di attrici eccezionali. Scarlett è andata alla grande. Ma il problema è che quando c’è lei sullo schermo la gente aspetta solo il momento in cui si spoglia”. E’ una donna insomma che ispira sesso anche quando vorrebbe parlare di argomenti diversi e quindi alla fine è stata scartata, con suo notevole dispiacere. Alla fine, la fortunata che è stata preferita per il ruolo è stata  Rooney Mara, ma per il regista non è stato facile ed infatti ci tiene a precisare che non si tratta di un errore della attrice musa di Woody Allen, ma della sua fisicità eccessiva. Ecco che, infatti, ha concluso:  “Continuo a cercare di spiegarlo. Il personaggo di Lisbeth Salander è come ET. Per questo cominciavo a temere che la persona che cercavo non esisteva”. Fincher è uno dei registi più apprezzati del momento, non può permettersi di sbagliare per delle scelte dettate dal cuore e deve reagire in modo freddo e calcolato e Scarlett non andava proprio bene. Ultimamente ha  anche diretto il film amato dalla critica e dal pubblico “The Social Network”. E’ il suo momento, insomma e deve goderlo al meglio per poter realizzare una pellicola che vinca al botteghino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>