Hairspray: Nikki Blonsky, il declino di una piccola star?

di Francesca Commenta

 

Certo non è mai stata un idolo a livello planetario se non per un breve periodo della sua esistenza ma di sicuro non deve essere stato facile per  Nikki Blonsky rendersi conto del potere effimero del successo. Parliamo della star di “Hairspray” che faceva impazzire le folle ed era diventato un modello da seguire. Si, ma per una manciata di mesi e quando il sipario è calato sul personaggio che la vedeva accanto a John Travolta, si è dovuta subito rimboccare le maniche e cercarsi un lavoro normale per arrivare a fine mese.

Per questo è diventata prima una commessa part time in un negozio di scarpe e ora addirittura, secondo le impietose foto rubate dai paparazzi, sembra abbia cominciato addirittura a lavare i pavimenti. Del resto in tempi di crisi qualunque lavoro, purchè legale, è più che accettabile.

Nikki recentemente è stata vista dai paparazzi di “Radar Online” chiamati da  una cliente di “Superstar Hairstylists” della sua città natale, Great Neck. Lei ha infatti detto: “Non ci potevo credere. Stava spazzando i capelli e l’ho vista anche truccare un’altra cliente. Le ho chiesto se aveva intenzione ancora di recitare e mi ha risposto che sta facendo molti provini ma che ha bisogno di lavorare”. Blonsky, è comparsa anche nella serie tv “Ugly Betty” e di certo non ha gradito particolarmente questo comportamento nei suoi confronti ma c’era da aspettarselo ed infatti ha detto su Twitter: “Non ho rinunciato alle mie speranze”. Molti i fan che però le hanno mostrato solidarietà soprattutto per essere finita su tutti i giornali solo perchè non riesce a proseguire nella sua carriera di attrice. Oggi sulla pagina di Facebook del negozio, infatti, ci sono moltissimi i messaggi di benvenuto per lei e recensioni entusiastiche. A quanto pare come truccatrice non è affatto male e le clienti sono contente.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>