Cloud Atlas in arrivo al cinema

di isayblog4 Commenta

 

Cloud Atlas arriverà al cinema il 10 gennaio, cioè solo fra due giorni e c’è già grande aspettativa intorno alla pellicola. Nelle sale italiane, quindi, sarà proiettato il nuovo lavoro dei  fratelli Wachowski (“Matrix”) e Tom Tykwer. A favorire il lungometraggio pure la presenza di un cast d’eccezione. Qualche nome? Direi che Tom HanksSusan Sarandon, Halle Berry, Hugh Grant bastano già a rendere l’idea di ciò di cui stiamo parlando.

Diverse età ed epoche per un film-kolossal tratto dal romanzo cult dello scrittore inglese David Mitchell. Si parla del tempo e della reincarnazione e il lungometraggio non manca già ovviamente di incuriosire. Qualunque azione viene proiettato nel futuro e si passa dal 19esimo secolo ad un avvenire impossibile da immaginare. Gli attori non svolgono insomma solo un ruolo e passano dall’immaginario al reale e viceversa. Nel caso, ad esempio, di Halle Berry va da una aliena ad una giornalista degli anni Settanta. Ancora è una mogli bianca di un musicista degli Anni Trenta.

Ogni singolo atto umano del film si riverbera nel futuro. In un lasso di tempo che va dall’oggi al domani. Gli attori, quindi, cambiano ruoli e immagine: Halle Berry, ad esempio, è prima un’aliena, poi una giornalista degli anni Settanta e ancora la moglie (bianca) di un musicista sul viale del tramonto negli anni Trenta. Insomma, bisogna prestare molta attenzione alle scene e lasciarsi trasportare dal flusso del discorso per avere chiara l’idea di quello che è e di ciò che potrebbe essere. I personaggi sono in qualche modo sempre collegati, anche se il rischio è che non sia immediatamente chiaro. I legami sono molti, a volte piuttosto sfumati, altre volte immaginati e, ancora sentiti. Tutti i protagonisti della storia però sanno che sopra di loro c’è un disegno molto grande che li rende immortali o, almeno, come se lo fossero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>